Vangelo della XXI Domenica del tempo ordinario (C)

25 agosto 2019

«Sforzatevi di entrare per la porta stretta» (Lc 13,24).

Ogni porta diventa stretta quando c’è una gran calca di gente. Comoda è, invece, la porta che si può attraversare con tutta tranquillità da soli. Sforzarsi di entrare insieme ad altri, sopportandone la pressione, la mescolanza, gli odori non sempre gradevoli, le insofferenze, le presunzioni ed eventualmente gli insulti … questo è difficile da accettare! Meglio aspettare che non ci sia più nessuno per presentarsi alla porta da soli, calmi, educati, puliti. «Ma Egli vi risponderà: non so di dove siete!». Quanto è difficile attraversare le porte insieme agli altri! (commento di Giuseppe Pellegrino).