Vangelo della XXIV Domenica del tempo ordinario (C)

«Chi di voi, se ha cento pecore e ne perde una … se ha dieci monete e ne perde una …?» (Lc 15,4.8).

Pochi uomini sono disposti a percorrere monti e colline per recuperare una pecora, avendone novantanove a casa. E poche donne spazzano l’intera casa per trovare una monetina caduta, avendone nove nella borsetta. E’ esagerato! Come pure è eccesivo festeggiare così tanto per così poco! Ecco il senso della misericordia: investire un impegno esagerato nel recuperare ben poco! I gesti di misericordia non cambiano il mondo, non invertono la tendenza, sono quasi del tutto inutili. Eppure, chi li compie vi mette il massimo della propria dedizione e del proprio entusiasmo, come se in quel frammento ricomposto il mondo intero ritornasse a splendere (commento di Giuseppe Pellegrino).