Rete diocesana laureati teologia e scienze religiose

Giovedì 5 dicembre l'incontro della 20.30 alle 22.15 nel Seminario di Cuneo

teologia

Nell’incontro del 5 dicembre 2019 (ore 20.30-22.45) è stata proposta la visita guidata da don Giuseppe Pellegrino al percorso espositivo su Arte contemporanea nelle nostre chiese, allestito da Paul Moroder nei locali del Seminario. Nella visita è stato presentato il progetto di dialogo tra arte contemporanea e nostri ambienti abituali di lavoro (uffici di Curia e locali del Seminario). Così pure sono emerse le proposte di dialogo all’interno dei luoghi di culto tra canoni artistici tradizionali e canoni contemporanei. Si è evidenziato come spesso i fedeli che frequentano ambienti religiosi prediligano un’arte tradizionale, che risulta più rassicurante. In questo si può intravedere anche un limite, una difficoltà di confronto con l’anima dell’uomo contemporaneo, con i suoi percorsi di ricerca. Al contrario, è possibile cogliere nelle provocazioni positive dell’arte contemporanea un’opportunità di dialogo più profondo con la concezione attuale del mondo e della dimensione spirituale.
A conclusione della visita, all’interno della cappella del Seminario, è stato proposto un breve momento di preghiera in ascolto dei testi liturgici previsti per la solennità dell’Immacolata, che trovano risonanze nuove di fronte alle opere di Moroder collocate nel presbiterio (il quadro dell’Annunciazione e le due tele raffiguranti l’uomo e la donna).

 

Ulteriori argomenti toccati:

1) Aggiornamenti circa la Scuola Diocesana Formazione Teologica. La proposta di laboratori di lettura con piccoli gruppi diffusi sul territorio (eventualmente nell’ambiente di biblioteche parrocchiali) ha avuto buona risposta per il testo sui monaci di Tibhirine (a Boves, con Andrea Adamo), mentre scarsissima risposta negli altri due casi.
Si ritiene comunque che sia importante procedere ugualmente con alcune proposte per i mesi prossimi

2) Per la scelta di testi o temi per preparare una riflessione comune all’interno della Rete laureati si ritiene di poter iniziare da qualche articolo di rivista, scelto e segnalato agli iscritti da parte di don Giuseppe Pellegrino. In occasione del prossimo incontro degli iscritti alla rete laureati, si potrà prevedere un momento iniziale di confronto comune sull’articolo suggerito.

3) Non sono emersi contributi per la valorizzazione della proposta proveniente dal Museo diocesano per la mostra fotografica Re-Velation (Carla Iacono), né per l’idea di offrire idee per l’Ufficio diocesano pellegrinaggi, per evidenziare il significato religioso e teologico di luoghi, memoriali, paesaggi visitati. Al momento sono in programmazione due viaggi significativi in Albania e in Croazia. Così pure non ci sono state nuove proposte per il progetto Ricostruiamo umanità: progetti di buone pratiche adottabili da reti di persone (creare o accompagnare movimenti civili).

 

Il prossimo appuntamento per gli iscritti alla Rete diocesana è stato fissato per giovedì 21 maggio 2020 alle ore 20.30 presso il Seminario Vescovile di Cuneo.