Battesimo del Signore (A)

«… egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui» (Mt 3,16).

 

L’onnipotenza di Dio si ritira dentro i confini di un corpo umano e inizia ad operare con questa unità di misura. Questa scena del battesimo di Gesù cambia il modo di concepire la potenza. Molte religioni antiche hanno evidenziato la differenza tra il divino e gli umani sul piano della potenza. Hanno così alimentato due atteggiamenti opposti: la sottomissione oppure la sfida. Nell’epoca moderna è prevalsa la sfida, confidando nell’alleanza di scienza e tecnologia, per accrescere la propria potenza. L’attualità del messaggio cristiano non è l’appello alla sottomissione, ma a calibrare umanamente la potenza, ossia ad ospitare Dio all’interno del proprio spirito. Così non sarà lo strumento, ma l’ispirazione della mano che lo utilizza a creare un mondo nuovo (commento di Giuseppe Pellegrino).