II Domenica del tempo ordinario (A)

«Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo …» (Gv 1,32).

 

Non come un’aquila rapace, che in picchiata cala sulla preda e altrettanto velocemente se la porta in cielo. Il movimento della colomba è più lento e mite. Così il dialogo tra cielo e terra, tra l’ordine dell’universo e quello più incerto delle libertà umane, inaugurato da Gesù. E’ il movimento della Carità, che Simone Weil descrive come un moto che ‘discende verso il basso, ma senza pesantezza’. Ogni incontro e dialogo umano ha come modello il volo della colomba, che scende e rimane … Non si limita a colpire e fuggire … Accetta la pazienza di far dialogare il senso universale delle cose e le piccole vicende umane (commento di Giuseppe Pellegrino).