XXX Domenica del tempo ordinario (A)

«Qual è il grande comandamento?» (Mt 22,36).

Il più astratto è: «Amerai il Signore tuo Dio con tutto il cuore …» Il più concreto è: «Amerai il tuo prossimo …». E’ un comandamento astratto, perché allarga gli orizzonti. E’ un comandamento concreto, perché non lascia fuggire lontano. Non possiamo scegliere solo uno dei due poli, senza perdere un dinamismo essenziale. Qui sta la forza del comandamento di Gesù: non rinuncia a chiedere tutto (amare Dio con tutto il cuore …) e allo stesso tempo si accontenta di un piccolo gesto (amare il prossimo …). Fa alzare lo sguardo fino al cielo dove abita Dio e lo fa posare sul nostro vicino di casa. Di Dio sappiamo ben poco e ci è proposto di amarlo! Del prossimo sappiamo quasi tutto e ci è proposto di amarlo! A volte preferiremmo scegliere solamente uno dei due … (commento di Giuseppe Pellegrino).