III Domenica del Tempo ordinario (B)

«Convertitevi … » (Gv 1,35).

Convertire è un’attività molto praticata nell’epoca moderna. Molte cose vengono convertire e riconvertite, cambiate, trasformate. Ci assale, talvolta, l’angoscia di cambiare le cose e le situazioni, soprattutto quando ci negano la loro collaborazione e resistono imperterrite. Non poter cambiare le situazioni è spesso una grande sofferenza per noi moderni. Altre volte, scoprendoci impotenti, ci arrendiamo e ci mettiamo in attesa che le cose cambino da sole, che le crisi passino, che i virus se ne vadano e tutto ritorni come prima. Più difficile è cambiare noi stessi, il nostro sguardo sulle cose e sulle situazioni. Non tutto si può cambiare e non tutto cambia da solo. Ciò che sempre può cambiare è il nostro sguardo sulle persone, sul mondo, sul mistero della vita. Ecco l’appello del Vangelo: convertite-vi! (commento di Giuseppe Pellegrino).