IV Domenica del tempo ordinario

«Un insegnamento nuovo, dato con autorità» (Mc 1,28).

L’autorità di Gesù suscita domande, tanto che si chiedevano a vicenda: «Che è mai questo?». Non è un autoritarismo che metta a tacere, soffocando gli interrogativi, affascinando i deboli con la promessa di renderli improvvisamente forti all’ombra di un capo! Abbiamo spesso inteso l’autorità come potenza risolutiva, parola finale, messa a tacere. L’autorità di Gesù è, al contrario, capacità di suscitare interrogativi, ricerca, speranza di nuove aperture. Mette a tacere lo spirito impuro dell’angoscia e porta a parlare con il linguaggio dello stupore, che assomiglia a quello di un bambino di fronte a chi gli fa scoprire il mondo: che cosa è mai questo? (commento di Giuseppe Pellegrino).