VI Domenica tempo ordinario (B)

«Venne da Gesù un lebbroso …» (Mc 1,40).

L’iniziativa del lebbroso, di entrare in un villaggio e poi in una casa, provoca grande sconvolgimento. Gesù stesso, pur mosso da compassione e guarendolo, lo ammonisce severamente e lo caccia via subito: «Guarda di non dire niente a nessuno …». Il contagio che entra nelle città, nelle case, nel mondo dei sani … sconvolge. Erano tutti abituati a confinarlo in un mondo parallelo, quello dei lebbrosi. Anche noi pensavamo che le epidemie fossero solo nel terzo mondo, che le malattie fossero solo negli ospedali o nelle case di qualcuno, che la solitudine fosse solamente nel mondo degli emarginati. Ora è entrano anche nel nostro mondo, nelle nostre case. È una grande occasione di incontro, di dialogo, di scoperta reciproca. Non va sprecata … (commento di Giuseppe Pellegrino).