XI Domenica del tempo ordinario (B)

«… egli manda la falce, perché è arrivata la mietitura … » (Mc 4,29).

Il regno di Dio è discernimento e decisione. Non è aspettare che i frutti cadano da soli. È capacità di riconoscere la maturità del tempo per agire. Non è il regno della Natura, ma quello dell’azione congiunta del Creatore e delle sue creature. Si può esprimere anche con la parabola degli uccelli del cielo che fanno il nido all’ombra del grande albero. Trasformano l’ambiente naturale in un habitat, un nido in cui abitare e generare, una base per nuovi voli. Il Vangelo promuove l’armonia ambientale, ma spinge oltre quello che la natura ci dà, per creare nuovi rapporti tra tutte le cose. Affinché regni giustizia nel mondo, occorrono discernimento e decisione (commento di Giuseppe Pellegrino).