XXVIII Domenica del tempo ordinario B

«Figli, quanto è difficile entrare nel regno di Dio!» (Mc 10,24).

Quanto è difficile riconoscere che Dio governa il mondo! Spesso il mondo sembra essere senza alcun governo. Nel grande e nel piccolo appare come un mondo lasciato al caos. Altre volte sembra governato da potenze cattive, da prepotenza e ingiustizia. La tentazione per i forti è quella di rimediare prendendo le redini e cercando a modo proprio di dare ordine, fare giustizia, risolvere i problemi. La tentazione per i deboli è quella di defilarsi e abbandonare il mondo a se stesso con i suoi problemi. Entrare nel regno di Dio significa respingere entrambe le tentazioni. Dio governa il mondo e non c’è bisogno che proprio io lo sostituisca! Dio governa il mondo e anche io posso collaborare alla venuta del suo regno! Mettere da parte l’ambizione del proprio regno, per prendere parte a quello di Dio (commento di Giuseppe Pellegrino).