Giuseppe Castelli

Nato a Pianezza (To) il 15 novembre 1871; ordinato l’8 giugno 1895.
Consacrato a Cuorgné il 28 ottobre 1911, fu vescovo di Susa e trasferito alla diocesi di Cuneo il 21 dicembre 1920, con ingresso il 1 maggio 1921.
Istituì 3 parrocchie.
Promosso alla diocesi di Novara il 21 ottobre 1924, dove morì il 12 settembre 1943.

 

Bibliografia GIUSEPPE CASTELLI

Ingresso di Mons. Giuseppe Castelli a Cuneo, numero straordinario de “Lo Stendardo”, Cuneo, maggio 1921.

M. Begozzi, Castelli, Giuseppe, in “Dizionario Storico del Movimento Cattolico in Italia 1860-1980”, Marietti, Casale Monferrato, 1984, vol. III/1, pp. 195-196.

Beltrami S., Giuseppe Castelli vescovo di Novara, Tipografia S. Gaudenzio, Novara, s.d. (1944).

Musso L., Profilo socio-religioso della Diocesi di Cuneo dal 1915 al 1922. Analisi delle Relazioni per le Visite pastorali, tesi di laurea, Università degli Studi di Torino, Facoltà di Lettere e Filosofia, relatore: F. Traniello, a.a. 1983-84.

Pieta Z., Hierachia Catholica, vol. IX, Patavii, 2002, p. 148 nota Cuneen. 3.

Ristorto M., Storia religiosa delle Valli Cuneesi – La Diocesi di Cuneo, Edizioni Diocesi di Cuneo, Borgo S. Dalmazzo, 1968, pp. 204-205.

Gazzola G.M. (a cura di), Repertorio del clero cuneese. Parte I^: Vescovi e Parroci, Primalpe, Cuneo, 2012, pp. 34-35.

 

Lettere Pastorali

N.B. Poiché non è completa la raccolta delle lettere e circolari di Mons. Castelli si fa riferimento al regesto di Alessandro Parola; i numeri d’ordine sono redazionali e consequenziali al detto indice di Parola

1921 160. Prima lettera pastorale di mons. Giuseppe Castelli alla diocesi di Cuneo. Il mio programma di azione, Susa 6.4.1921, Tipografia S. Paolo, f 18 pp., APSMP.

Il vescovo si presenta alla sua nuova diocesi, con un programma d’azione che riecheggia quello di Samuele verso gli ambasciatori di Betlemme 5, Il vescovo viene per immolare e per immolarsi 7, per continuare l’opera di redenzione con la parola 7, con l’azione 10, con l’amministrazione dei sacramenti 12, Gli aiuti spirituali di cui il vescovo abbisogna 15.

161. Lettera pastorale di mons. Giuseppe Castelli vescovo di Cuneo. La prima visita pastorale. Disposizioni relative alla medesima. Notificazioni varie, Cuneo 8.6.1821, Utep, f 11 pp., APSMP.

Il vescovo sente il dovere e il desiderio di uscire per la diocesi 4, I parroci abbiano cura di preparare la strada al vescovo con un triduo di predicazione 5, Il vescovo porterà istruzione religiosa ed ecciterà alla frequenza della santa comunione 6, Disposizioni per la visita pastorale e notificazioni 9.

1922 161. Lettera pastorale per la quaresima 1922. Missioni e missionari. Avvertimenti e notificazioni, Cuneo 2.2.1922, Utep, f 24 pp., APSMP.

Il terzo centenario dell’istituzione della sacra congregazione di propaganda e il primo centenario della pia opera della propagazione della fede 4, Il compianto pontefice Benedetto XV ha suggerito di trattare l’argomento missionario nelle lettere pastorali 4, L’apostolato e la missione, eredità lasciata da Gesù Cristo alla sua chiesa 7, La storia della chiesa è storia di diffusione missionaria 9, La cura di ogni papa è confermare nella fede i credenti e estendere la luce del vangelo a coloro che ancora non la conoscono 11, I santi missionari ricordati con speciale solennità dalla chiesa: S. Francesco di Sales, S. Francesco Saverio, S. Fedele di Sigsmaringa 14, La nostra cooperazione per il buon esito delle missioni cattoliche: la preghiera 15, le vocazioni missionarie 16, i mezzi materiali 17, Disposizioni ed avvertimenti 20.

162. Lettera pastorale. Il nostro congresso eucaristico. Avvertimenti e notificazioni, Cuneo Solennità del Corpus Domini 1922, Utep, f 9 pp., APSMP.

Solenni cerimonie per il congresso eucaristico diocesano, dal 31 agosto al 3 settembre, al fine di aumentare la fede nella presenza reale di Gesù sacramentato 5, Pregare, fare propaganda e raccogliere denaro per le spese occorrenti 5, Il congresso non ha nulla a che fare né con la politica, né con l’economia, né con le fazioni, ma solo con la religione 6, I fanciulli e i giovani dovranno essere i partecipanti più entusiasti 7, Avvertimenti e notificazioni 9.

1923 163. Lettera pastorale per la quaresima 1923. Associazioni pie e organizzazioni cattoliche, Cuneo 18.1.1923, Utep, f 24 pp., APSMP.

Non tutto ciò che il vescovo ha visto durante la sua visita pastorale lo soddisfa 4, La vita religiosa e la pietà cristiana sono più fiorenti se sono presenti le associazioni pie e le organizzazioni cattoliche 4, Le associazioni laicali: i Terz’Ordini, le Confraternite e Pie Unioni, le Arciconfraternite e Unioni Primarie 5, Come scrive mons. Oliati nell’opera La questione sociale le Confraternite furono non solo il focolaio di opere religiose, ma anche il propulsore delle opere sociali 7, La decadenza delle associazioni laicali non proviene dallo spirito della chiesa o dalle norme statutarie, ma da cause esterne 9, Invito a rialzare la sorte delle Pie Associazioni 10, Le organizzazioni cattoliche e l’azione cattolica: dipendenza assoluta dall’autorità ecclesiastica 11, Breve storia dell’azione cattolica 12, Pio XI ha sostituito l’Unione Popolare con la giunta centrale dell’Azione Cattolica, presieduta da L. Colombo 13, Le organizzazioni nazionali per categorie 14, L’enciclica Ubi arcano Dei 16, Disposizioni ed avvertimenti 21.

1924 164. Lettera pastorale per la quaresima 1924. Ciò che vi ha di meglio e ciò che vi ha di peggio. Disposizioni ed avvertimenti, Cuneo 2.2.1924, Tip. Provinciale, f 23 pp., APSMP.

Una favola di Esopo offre lo spunto per la riflessione quaresimale sull’uso della lingua 4, Il dono straordinario della parola 5, Uno strumento dato per lodare Dio, per ringraziarlo, per renderlo propizio 6-7, Con la lingua si può amare il prossimo 10, operare immensi benefici per la famiglia e la società 11, Molti abusano della lingua nelle cose sante 13, Sono infiniti i mali che si possono procurare con la lingua 15, Ognuno dovrebbe porsi la domanda: «la lingua in me fu ciò che vi ha di meglio o ciò che vi ha di peggio?» 16, Avvertimenti e disposizioni 19.

1925 165. Lettera per la quaresima 1925. Parole di congedo dai cuneesi. Le indulgenze e il giubileo. Avvertimenti e disposizioni, Cuneo 7.2.1925, Tip. Diocesana S. Francesco di Sales, f 19 pp., APSMP.

La traslazione alla sede vescovile di Novara 3, L’argomento della riflessione quaresimale è d’obbligo: il giubileo 4, La dottrina delle indulgenze 5, Condizioni per il loro acquisto 6, Origini storiche del giubileo 8, Le opere particolari imposte dal papa per il giubileo: confessione, comunione, visita alle basiliche, preghiere 9, Come possono acquistare il giubileo coloro che non possono recarsi a Roma 12, Avvertimenti e disposizioni 17.