Seminario

Il primo Seminario venne aperto a Cuneo nel 1757 sotto il Vescovo monregalese mons. Michele Casati su istanza dei delegati del Comune di Cuneo conti De Morri di Castelmagno e Alessandro Mellano di Fiano e Monasterolo;fu   autorizzato da Carlo Emanuele III il 5 maggio 1758.

Esso fu soppresso il 10 aprile 1801 e destinato a scuola cittadina, passandone i locali e redditi al Municipio per istituire il  “Collegio nazionale”.

Con la formazione della diocesi di Cuneo nel 1817 si riaprì il Seminario nell’ex monastero di S. Chiara.

Nel 1839 il Capitolo dei Canonici deliberò la costruzione di un nuovo seminario progettato dall’architetto Grato Perno.

I lavori iniziarono il 5 marzo 1839 ma si costruirono solo le ali a Nord e a Ovest, inaugurate il 28 ottobre 1845. Il 1853 si aprì ai ragazzi il “ginnasio” inferiore in cui  vennero chiamati ad insegnare alcuni padri Gesuiti.

Nel 1885, per interessamento del Vescovo mons. Valfrè di Bonzo e sotto la direzione dell’architetto Carlo Ponzo, si ripresero i lavori di completamento dell’ala verso piazza Seminario e di quella centrale, in cui trovò posto la biblioteca al primo piano. Queste parti vennero inaugurate nel 1889.

Le vocazioni crebbero: infatti nel 1885 i seminaristi erano 75 e i chierici 48, nel 1890 se ne contavano 133 e 68.

Nel 1964 mons. Rosso abbellì il Seminario e, a sue spese, restaurò la Cappella.

Nel 1980 venne totalmente rifatta l’ala minore, quella ospitante la biblioteca, su progetto di Albino Arnaud, con la formazione di un salone-teatro nel seminterrato, dei refettori e cucina al pian terreno, di appartamenti per i superiori e gli insegnanti nei piani soprastanti. Tuttavia si faceva sentire il forte calo vocazionale, per cui fu avviata la collaborazione interdiocesana per lo studio teologico nel 1972. Nel 2002 anche la comunità dei seminaristi venne trasferita a Fossano.

L’edificio rimasto quindi libero, è stato adattato per ricevere nel suo interno una rinnovata attività formativa a servizio della comunità diocesana e dell’evangelizzazione.

L’archivio del Seminario Vescovile è disposto in due locali distinti per le tre sezioni in cui è organizzato: istituzionale, amministrativa e scolastica.

A- SEZIONE STORICO ISTITUZIONALE: comprende 6 volumi, con documanti dal 1927 al 1913; 16 faldoni, con documenti dal 1890 al 1986.

B- SEZIONE AMMINISTRATIVA: 16 volumi e registri, con documenti dal 1723 al 1986; 36 faldoni, con documenti dal 1703 al 1999.

C-SEZIONE SCOLASTICA: 12 volumi, con documenti dal 1853 al 1975; 42 faldoni, con documenti dal 1957 al 1999.