Archivi della categoria: documento

Oblio della sofferenza?

Perché mai si dovrebbe ripartire dalla sofferenza? Cancelliamo, dimentichiamo la sofferenza, consegniamo all’oblio ogni sua traccia! Gli archivi invece sono pieni di tracce di sofferenze. Nell’Archivio storico diocesano la più evidente è l’insieme delle copie dei registri parrocchiali degli atti di morte, oltre che i registri dei bambini esposti. Leggendo altri documenti emergono sofferenze più quotidiane legate a situazioni di povertà. A titolo di esempio, si … Continua a leggere Oblio della sofferenza? »

Confini: fratture sulla carta

Nel fondo archivistico della Curia vescovile è conservato un pass rilasciato dalla Nunziatura apostolica di Torino a don Felice Boeri (1815? – 1889) per potersi recare a Roma nel maggio 1862. Antenato dei nostri passaporti, sono indicati alcuni tratti fisici, la condizione lavorativa e la domiciliazione. Questo documento ha permesso al prevosto di Castelletto Stura di entrare nello Stato Pontificio, cioè gli è stato concesso … Continua a leggere Confini: fratture sulla carta »

Disegno di un territorio

Definizione di territorio: «regione o zona geografica, porzione di terra o di terreno d’una certa estensione» (Treccani online, settembre 2021). Quando si vola, si ha l’opportunità di vedere il territorio, cioè la zona che sentiamo più o meno appartenente a noi, perché ci abitiamo, ci lavoriamo o per via di ricordi. Quindi l’idea di territorio è strettamente legata alla vita di persone; allo stesso modo, … Continua a leggere Disegno di un territorio »

Ripartire dalla memoria

Nel giugno del 1957 le intense precipitazioni provocano numerose alluvioni; ad essere maggiormente colpite, in Piemonte, sono le province di Torino e Cuneo. In particolare è l’alta Valle Stura a soffrire: Argentera è sepolta fino ai primi piani delle abitazioni; Prinardo, ancora con i segni dell’incendio appiccato dai Nazifascisti, è pericolante; i campi fino a Roviera di Vinadio sono devastati. Le altre valli hanno subito … Continua a leggere Ripartire dalla memoria »

Ricordati di non dimenticare: ascolto, confronto e cambiamento con l’archivio.

L’archivio non serve a niente. Se poi l’archivio è della chiesa, men che meno, si occupi di cose più importanti e urgenti! Non è difficile sentire questa affermazione nelle conversazioni ordinarie, nel momento in cui dici di lavorare in un archivio o di fare una ricerca. A ciò aggiungiamo una miriade di stereotipi, a volte alimentati anche da film o libri. Allora quale è il … Continua a leggere Ricordati di non dimenticare: ascolto, confronto e cambiamento con l’archivio. »

Il cielo contro le difficoltà

“Addolcire la materialità essenziale e grezza di cui è fatta la vita”: questa frase tratta dalla riflessione del mese di don Giuseppe, se portata nel mondo documentario dell’Archivio storico diocesano suscita due riflessioni. Da un lato gli archivi conservano per lo più documenti di vita essenziale: contabilità, relazioni, progetti, atti notarili e contratti. Parlano degli aspetti più pratici e concreti. Dall’altro però la lettura di … Continua a leggere Il cielo contro le difficoltà »

Conoscere per valutare

L’atto di valutare, come ricorda don Giuseppe Pellegrino, è un’azione radicata nel tempo presente e per questo estremamente provvisoria. Valutare le cose o le persone ed il loro operato richiede sempre il conoscere la situazione. Una valutazione data senza confronto con il contesto sarebbe esposta maggiormente ad errori. L’Archivio storico diocesano, come tutti gli archivi, tiene traccia di diverse valutazioni effettuate nella storia e dei … Continua a leggere Conoscere per valutare »

Uniti nel Battesimo

“Non solamente mettere insieme generi diversi. Ma costruire rapporti e dialoghi tra di loro”: così don Giuseppe definisce il verbo della cultura scelto per questo mese. Ed è un’importante precisazione, perché spesso intendiamo unire come accostare aspetti diversi. Questo è un approccio multidisciplinare, in cui ogni ambito percorre proprie vie con un semplice sguardo all’altro. Il rischio, per la cultura, è di offrire un servizio … Continua a leggere Uniti nel Battesimo »

Nuove vite nel silenzio

Cosa succederebbe se gli archivi fossero persone in carne ed ossa? Una tra le caratteristiche più forti sarebbe proprio il tacere, inteso come ha ben delineato don Giuseppe nella parola di questo mese. Essi infatti conoscendo il tanto bene e il male compiuto dagli uomini arriverebbero a quel “silenzio maturo, consapevole del limite proprio e della vastità del mistero”. Già, gli archivi sono custodi fidati … Continua a leggere Nuove vite nel silenzio »

Gli spazi nelle carte

“I luoghi parlano con la storia di cui sono impregnati”. Così si esprime don Giuseppe a proposito del verbo del mese ‘spaziare’. Dove leggere questa storia? Forse solo calandosi fisicamente nello spazio? Non è sufficiente, sebbene sia importante. Per conoscere la storia dei luoghi, per comprenderne la trasformazione in spazi abitati occorre avere la pazienza di leggere pagine e parole, apparentemente solo di carattere amministrativo. … Continua a leggere Gli spazi nelle carte »