Accoglienza

Dominati dall’organizzazione siamo in affanno di fronte all’imprevisto. Accogliere è diventato difficile perché non c’è spazio in case già piene. La piccola speranza quotidiana è che non arrivi nessuno e che non capiti niente. Il contrario vale solo per anziani e persone sole, a volte rassegnati a non essere più visitati. «Accogliere chi?».
Dominati dall’informazione siamo in affanno di fronte all’incognito e all’invisibile. Temiamo quello che non vediamo, più che esserne incuriositi. Il virus è diventato il nemico universale, il bersaglio di una guerra che semina panico, perché costringe a sparare nel buio: «invisibile!».
L’accoglienza è una disposizione spirituale sempre precaria perché si forma nella debolezza e nella povertà della condizione umana. Non sono i ricchi ad accogliere i poveri, ma solamente coloro che sanno di essere altrettanto poveri, vulnerabili, esposti all’incertezza in ogni momento.
L’accoglienza inizia con l’apertura mentale con cui si affrontano gli interrogativi. Studio e ricerca sono allenamento della mente all’apertura sugli imprevisti e sull’invisibile. I dialoghi e gli insegnamenti offerti nella prima infanzia e gli esercizi scolastici successivi possono avviare aperture mentali e predisporre all’accoglienza. È la partenza con cui affacciarci sul domani, sicuramente diverso da quanto vediamo e sappiamo oggi.
Non nascondere e proteggere dall’imprevisto, ma preparare ad accoglierlo è il compito concreto dell’amore per i piccoli, per i giovani che si affacciano sul mondo del lavoro e dell’impegno sociale, per chi attende la diagnosi di una gravidanza o di una malattia, per anziani e ammalati terminali. Accogliere è punto di ri-partenza per il mondo.

II Domenica del Tempo ordinario (C)

«Non hanno vino» (Gv 2,3)

Si è annacquata la loro vita! I cuori ormai sono vuoti! Manca ciò che è essenziale per continuare! Le tre parole di Maria: «Non hanno vino» lasciano spazio a tanti pensieri. Perché è successo questo? Chi è responsabile? E se qualcuno si indignasse, come va a finire? Prepariamoci al peggio! Oppure: andiamo via! Meglio ritirarsi e abbandonare a se stesso un mondo annacquato! «Non è ancora giunta la mia ora» risponde Gesù. Non è ancora l’ora di andarmene. È l’ora di restare qui, di trasformare quel che resta in risorsa di gioia. Ecco la fedeltà con cui Dio guarda la terra, l’umanità, ogni persona. E’ anche un invito per il nostro sguardo (commento di Giuseppe Pellegrino).

Il 23 gennaio è la Domenica della Parola di Dio
Per il terzo anno si celebra la giornata che promuove la centralità della Bibbia nella vita della Chiesa
Quinta sessione del Sinodo diocesano
Si riflette e si dibatte sull'ultimo tema, proposto dalla base: il ruolo dei laici nella Chiesa
Lunedì 17 gennaio è la Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei
Martedì 18 gennaio incontro nel Vescovado nuovo di Cuneo, online sul canale YouTube delle Diocesi di Cuneo e di Fossano
Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani
Dal 18 al 25 gennaio siamo invitati a pregare e riflettere, in comunione con i fratelli delle altre Chiese e comunità cristiane
Corsi di teologia a Fossano aperti a tutti
Un’occasione preziosa per chi è interessato a studiare la fede cristiana, la Bibbia, la storia della Chiesa e la filosofia
Lunedì 6 dicembre è stato inaugurato il Vescovado nuovo di Cuneo
A tre sacerdoti cuneesi sono stati intitolati l'Istituto diocesano di musica sacra, la Sala delle udienze e l’Archivio storico con Biblioteca - VIDEO

Calendario Appuntamenti

NEWS

Coltivare e Costruire la comunità

Con il titolo Coltivare e Costruire la… Read More

Iscriviti alla nostra Newsletter

Donazioni

Per eventuali donazioni in favore delle iniziative culturali della Diocesi di Cuneo, utilizzare il codice IBAN IT61 J030 6909 6061 0000 0006 002 intestato a DIOCESI DI CUNEO, presso Banca Intesa Sanpaolo, indicando la causale: Donazione per iniziative culturali della Diocesi di Cuneo. Grazie a quanti vorranno contribuire!

Segnalazione

Chiese chiuse di Tomaso Montanari, Giulio Einaudi Editore – Vele

Migliaia di chiese sono oggi inaccessibili, saccheggiate,… Read More

OPERA DEL MESE

Quanto meno abbiamo, più diamo

Nell’iconografia tradizionale così come nei presepi delle… Read More

LIBRO DEL MESE

La chiesa brucia: una disgrazia o un paradosso del cristianesimo?

La situazione di scristianizzazione che il nostro… Read More

PELLEGRINAGGIO DEL MESE

Pellegrinaggio sinodale a Roma e Santa Sede

«L’ottimismo fa parte del Vangelo» – ha… Read More

Esplora oltre 5 milioni di oggetti d'arte, edifici di culto, libri, fondi archivistici ed istituti culturali