XXII domenica del tempo ordinario (B)

«Questo popolo mi onora con le labbra ma il suo cuore è lontano da me» (Mc 7,7).

Soffocato dalle proprie leggi, il popolo dei farisei diventa incapace di iniziative. Sempre più consapevole di ciò che non si può fare e delle procedure da seguire, sviluppa uno sguardo soffocante anche nei confronti delle iniziative altrui. «Perché i tuoi discepoli non si comportano secondo la tradizione degli antichi, ma prendono cibo con mani impure?». Nella società odierna si ripete spesso questo scenario di leggi soffocanti che affaticano quanti intraprendono iniziative per il bene comune. Ma si aggiungono nuove leggi autoimposte, ossia l’obbligo di sottostare ai propri standards di benessere, al proprio lifestyle, alle abitudini di vita. Riportare il cuore vicino a Dio significa lasciarlo animare da nuove ispirazioni per prendersi cura del mondo intero e non solamente del proprio (commento di Giuseppe Pellegrino).