II Domenica dopo Natale

«Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo» (Gv 1,8).

Già splendeva da miliardi di anni la luce del sole. Ormai da secoli torce e fiaccole illuminavano le notti. Ma nessuna luce diffusa, naturale o artificiale, è sufficiente a far camminare gli umani. A loro serve una luce direzionale. Un ambiente completamente illuminato può rendere passivi o indifferenti. Completamente buio può paralizzare nella paura. Solamente una luce direzionale può muovere lo sguardo e poi i piedi verso un punto da raggiungere. Ecco la luce del Natale: una luce direzionale che invita a camminare, a cercare l’incontro, a raccogliere frammenti del mondo per metterli insieme con sapienza (commento di Giuseppe Pellegrino).