XVIII domenica del tempo ordinario (C)

«Anima mia, hai a disposizione molti beni, per molti anni …» (Lc 12).

Quando Dio ha creato il mondo, non ha costruito magazzini di stoccaggio per le materie prime. Questo avrebbe risolto il problema epocale dell’esaurimento delle risorse naturali… Il Creatore ha buttato tutto il suo grano e tutti i suoi beni, senza pensare a magazzini di riserva. Ecco perché è preziosa la Terra: non ne esiste un’altra di riserva!  Il Vangelo invita a non lasciarci sedurre dall’idea di costruire una succursale, una Terra di riserva. Ma a custodire, valorizzare, trasformare questa unica Terra ricevuta in dono. Ecco un modo per arricchire presso Dio: l’anima di ciascuno non ha riposo, perché ogni giorno deve rinnovare i prodigi della Creazione. Non ha un magazzino con dei giorni di riserva, per sostituire quelli andati male, neri, sprecati. Il lavoro dell’anima è recuperare ogni giorno e farne tesoro, anche quando fosse stato un giorno poco brillante (commento di Giuseppe Pellegrino).