Archivi della categoria: vangelo domenicale

XIII Domenica del tempo ordinario (C)

«Si misero in cammino verso un altro villaggio …» (Lc 9,56) Andare oltre è l’invito continuo del Vangelo. Oltre il risentimento di essere stati rifiutati, non apprezzati, non compresi! Oltre il proprio nido e la propria tana! Oltre quello che hanno fatto i propri padri o altri faranno! Oltre il passato che va trasformato in terreno adatto a nuove semine! In questo modo si prepara … Continua a leggere XIII Domenica del tempo ordinario (C) »

Solennità di Pentecoste

«Io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paraclito …» (Gv 14,16) La parola del Vangelo annuncia un Consolatore. È il nome abituale attribuito allo Spirito Santo, proprio per il fatto che Egli si avvicina a persone che hanno sofferto. C’è il dolore di una perdita nell’animo di chi accoglie lo Spirito. Ci sono le domande di Giobbe: Dio ha dato e Dio … Continua a leggere Solennità di Pentecoste »

Solennità dell’Ascensione (C)

«Mentre li benediceva, si staccò da loro …» (Lc 24,51) Il distanziamento è spazio benedetto! Contrasta la tentazione di sentirsi uniti a Gesù in modo esclusivo e definitivo. Proprio ora che diventa chiara la forza e la vittoria del Risorto, Gesù si distanzia. Porta i discepoli ad allargare lo sguardo. Non ci siamo solo «noi», ma l’intero universo è abbracciato dallo sguardo di Cristo. Non … Continua a leggere Solennità dell’Ascensione (C) »

IV Domenica di Pasqua (C)

«Le mie pecore ascoltano la mia voce …» (Gv 10,27) Una voce particolare. Assomiglia più al belato degli agnelli che alla voce forte del pastore. È la voce dell’ultimo arrivato nel gregge, del piccolo che si accoda, di colui che è in pericolo di venir sacrificato. Ecco la sorpresa di Pasqua descritta dal libro dell’Apocalisse: «L’Agnello sarà il loro pastore e li guiderà alle fonti … Continua a leggere IV Domenica di Pasqua (C) »

II Domenica di Pasqua (C)

«Gli dicevano gli altri discepoli: Abbiamo visto il Signore!» (Gv 20,24) La potenza ricevuta dal Risorto non rende efficaci le parole dei dieci apostoli. Benché concordi e pieni di Spirito Santo, non riescono a convertire Tommaso, uno di loro! Il Risorto non conferisce la potenza di convertire il mondo, di aprire la mente agli increduli. Conferisce la potenza di perdonare i peccati, di riconciliare e … Continua a leggere II Domenica di Pasqua (C) »

Settimana Santa

Ho pregato per te, perchè la tua fede non venga meno. E tu, una volta convertito, conferma i tuoi fratelli (Lc 22,32)

V Domenica di Quaresima (C)

«Va’ e d’ora in poi non peccare più» (Gv 8,11) Accerchiata, era rimasta silenziosa. Consapevole del male, ma incapace di confessarlo e di superarlo. Liberata dal cerchio degli accusatori, è messa in condizione di riconoscere la propria parte di responsabilità per il male. Non è tutta colpa sua, ammettono i suoi accusatori nel gesto di ritirarsi. Ma questo salvataggio giungerà a compimento solamente se ci … Continua a leggere V Domenica di Quaresima (C) »

IV Domenica di Quaresima (C)

«Padre, dammi la parte di patrimonio che mi spetta … » (Lc 15,12) Il figlio più giovane prende la parola. Il padre e il fratello maggiore restano senza parole. Impotente di fronte ad una scelta così sprezzante e fallimentare, il padre riconosce di non poter fare né dire nulla. Indifferente alla perdita del fratello, il maggiore accetta la perdita. Misericordia è prendere atto dell’umana impotenza … Continua a leggere IV Domenica di Quaresima (C) »

III Domenica di Quaresima (C)

«… lascialo ancora quest’anno, finché gli avrò zappato attorno … » (Lc 13,8) Il vignaiolo prende tempo. Anzi prende la propria responsabilità: non ho lavorato abbastanza per evitare questa situazione di sterilità! Avrei dovuto zappare attorno al fico e non lasciarlo solo. Avrei dovuto concimare le radici, nutrirlo e non lasciarlo a se stesso. Ora voglio farlo. Signore, concedimi una nuova possibilità per lavorare meglio … Continua a leggere III Domenica di Quaresima (C) »