Archivi della categoria: vangelo domenicale

II Domenica del Tempo ordinario (C)

«Non hanno vino» (Gv 2,3) Si è annacquata la loro vita! I cuori ormai sono vuoti! Manca ciò che è essenziale per continuare! Le tre parole di Maria: «Non hanno vino» lasciano spazio a tanti pensieri. Perché è successo questo? Chi è responsabile? E se qualcuno si indignasse, come va a finire? Prepariamoci al peggio! Oppure: andiamo via! Meglio ritirarsi e abbandonare a se stesso … Continua a leggere II Domenica del Tempo ordinario (C) »

Battesimo del Signore

« … in te ho posto il mio compiacimento» (Lc 3,22). Non più bambino, Gesù suscita ancora gioia nel Padre. Quella provata sulle rive del fiume Giordano, dove si assembra un’umanità umiliata, è una gioia diversa da quella provata a Betlemme, dove gli angeli cantavano, i pastori e i magi adoravano. Ora c’è la gioia per una missione che sta per essere assunta da Gesù … Continua a leggere Battesimo del Signore »

II Domenica dopo Natale

«Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo» (Gv 1,8). Già splendeva da miliardi di anni la luce del sole. Ormai da secoli torce e fiaccole illuminavano le notti. Ma nessuna luce diffusa, naturale o artificiale, è sufficiente a far camminare gli umani. A loro serve una luce direzionale. Un ambiente completamente illuminato può rendere passivi o indifferenti. Completamente buio può paralizzare … Continua a leggere II Domenica dopo Natale »

IV domenica di Avvento (C)

«Appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo» (Lc 1,44). Nel grembo delle madri si sta preparando il futuro del mondo. Le vibrazioni delle voci che giungono dall’esterno li fanno sussultare. È un processo fisico di trasmissione che non possiamo fermare. Quel che giunge non è solamente vibrazione del corpo, ma anche dell’anima. Raggiunge anime … Continua a leggere IV domenica di Avvento (C) »

III Domenica di Avvento (C)

« … non sono degno di slegare i lacci dei sandali … » (Lc 3,17). Non possiamo dire al Cristo: «Accomodati, riposati, mettiti in ciabatte, perché il mondo è in ordine e la giustizia regna». Quando giungiamo a riconoscere l’immensità di quanto resta da fare affinché ogni giustizia sia compiuta, possiamo aprirci in modo nuovo al Cristo che viene. Non bastiamo noi a salvare, a … Continua a leggere III Domenica di Avvento (C) »

II Domenica di Avvento (C)

« … la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto» (Lc 3,2). L’organizzazione politica dell’impero è perfetta, ma la novità che viene da fuori la scuote. Anche i sistemi sociali che sembrano meccanismi inossidabili hanno i piedi d’argilla. Raggiunta la stabilità delle situazioni e dei ruoli, una semplice parola può rimettere tutto in movimento. Il mondo, in ogni epoca, è vulnerabile … Continua a leggere II Domenica di Avvento (C) »

I Domenica di Avvento (C)

«Vegliate in ogni momento pregando … » (Lc 21,36).   Ogni momento è tempo in cui prestare attenzione. Restare affacciati, sempre. Lasciare una finestra aperta. Troppo assorbiti da quello che stiamo facendo, rischiamo di non vedere il modo con cui Dio ci viene incontro. Altre volte sono l’angoscia del presente, la sofferenza di cui siamo assaliti, la disgrazia arrivata all’improvviso ad assalirci, impedendoci di vedere … Continua a leggere I Domenica di Avvento (C) »

XXXII Domenica del Tempo Ordinario (B)

«… ha gettato tutto quello che aveva, tutto quanto aveva per vivere» (Mc 12,44). Due monetine che fanno un soldo erano tutto quanto la vedova aveva per vivere. Non aveva più un marito che provvedesse a lei, garantendole rispetto e tutela nella società. Non aveva un avvocato difensore, un redentore, un famigliare adulto … Una donna sola! Resa tale dal destino, ma anche dal sistema … Continua a leggere XXXII Domenica del Tempo Ordinario (B) »