Mitigare

Mitigare è contrastare l’irruenza. Si mitigano, ad esempio, le correnti dei fiumi con opere di contenimento, che non possono certamente fermare l’acqua, ma renderne meno devastante il passaggio. Presa coscienza degli effetti che hanno i cambiamenti climatici sulle popolazioni umane e sugli ecosistemi, uno dei grandi investimenti culturali dell’epoca contemporanea è la ricerca di strategie di mitigazione (mitigation), associate a strategie di adattamento (adaptation).

La mitigazione è pratica quotidiana della vita sociale. Nelle relazioni primarie di famiglia, di amicizia, di collaborazione lavorativa, come in quelle tra i gruppi sociali, il cantiere della mitigazione non può mai essere considerato definitivamente chiuso.

Da mitigare è anche la propria vita interiore. L’irruenza di ciò che abita l’interno del cuore umano si incanala nelle passioni, che richiedono mitigazione. Non si tratta di dominare razionalmente le emozioni, ma di orientare forze e debolezze personali verso scopi umani sensati. I pensieri della mente, gli scatti della volontà, i giudizi … maturano attraverso la mitigazione.

«Beati i miti, perché avranno in eredità la terra» (Mt 5,5) proclama il Vangelo. Indica una modalità con cui afferrare le situazioni e con cui abitare il mondo. È una strategia alternativa a quella della bellicosità e della padronanza. I momenti in cui diventiamo più vulnerabili, sono anche quelli in cui scegliere se vogliamo opporci frontalmente al nemico o spuntarne l’aggressività con delle contro-mosse inaspettate.

L’arte prodotta nelle trincee, ad esempio, testimonia un investimento umano di energie non rivolte a sconfiggere gli avversari. Il mite sospende l’ansia di vincere sui nemici, sui terremoti, sulle malattie, sui sistemi di ingiustizia … e investe su operazioni inaspettate, che umanizzano gli ambienti, le relazioni e gli oggetti quotidiani. Ben venga la cultura della mitigazione soprattutto nell’epoca dei cambiamenti!

 

Solennità di Pentecoste (A)

« … mostrò loro le mani e il fianco … » (Gv 20,20).

Gesù si è presentato a braccia aperte. Come vorremmo abbracciarlo! Ma al momento questo gesto è proibito a noi dalle leggi dell’emergenza sanitaria. E’ una sofferenza dover aspettare il tempo per riprendere ad abbracciare! Forse non era questa la cultura al tempo dei discepoli. Sicuramente però questa è stata la loro sofferenza: avvicinarsi al Maestro e vederne le ferite! Sono pieni di gioia, ma sanno che si dovranno avvicinare a lui tenendo conto della sua sofferenza. Avvicinarsi alle persone per poterle abbracciare è una gioia, ma il percorso passa anche attraverso ferite e sofferenze. (commento di Giuseppe Pellegrino).

Pentecoste: il cammino di Gesù diventa il nostro cammino
Riflessione in video di don Mariano Bernardi e sussidio da scaricare per il Rosario in famiglia, verso il compimento della Pasqua
La Curia diocesana riapre lo sportello al pubblico da mercoledì 3 giugno
Da martedì 5 maggio, senza che venga ancora riaperto lo sportello al pubblico, sempre accessibile via telefono dal martedì al venerdì tra le 9 e le 12: 0171693523
La Chiesa è attenta al mondo del lavoro e alla concretezza della vita
Veglia del primo maggio promossa dalla Commissione regionale per la pastorale sociale e del lavoro e presieduta dall'arcivescovo Marco Arnolfo
L’Archivio storico e la Biblioteca della diocesi custodiscono la memoria e la cultura della nostra chiesa locale
Continua il servizio di consultazione e prestito di libri solo su prenotazione

NEWS

Pandemia e fraternità universale

30 marzo 2020 Un Documento per… Read More

Iscriviti alla nostra Newsletter

Donazioni

Per eventuali donazioni in favore delle iniziative culturali della Diocesi di Cuneo, utilizzare il codice IBAN IT61 J030 6909 6061 0000 0006 002 intestato a DIOCESI DI CUNEO, presso Banca Intesa Sanpaolo, indicando la causale: Donazione per iniziative culturali della Diocesi di Cuneo. Grazie a quanti vorranno contribuire!

CANTIERE DEL MESE

Progetti MAB integrati

Per il mese di maggio 2020 si… Read More

OPERA DEL MESE

Uno sguardo dall’alto

Devozione e storia di un’antica Madonna con… Read More

DOCUMENTO DEL MESE

Non mi muovo

«Penso pertanto che la mia morte è… Read More

LIBRO DEL MESE

Ritus coniurandi

Ritus coniurandi et expellendi nubes, grandines, et… Read More

PELLEGRINAGGIO DEL MESE

Bellezze della Croazia

in programmazione Istria – Quarnero –… Read More

Esplora oltre 5 milioni di oggetti d'arte, edifici di culto, libri, fondi archivistici ed istituti culturali