Esprimere

Esprimere vuol dire rendere visibile l’anima! Non significa semplicemente lasciar risalire quanto sta nella psiche. Gli umani non sono caffettiere sul fuoco da cui risale caffè bollente. Dai gesti umani trabocca più di quanto ci aspetteremmo. Che cosa esprime un fiore deposto su un mucchio di pietre? È ricordo di una persona scomparsa? Oppure messaggio per una persona amata? O ancora implorazione di fiducia in tempi di difficoltà? È certamente un gesto che supera lo strato della pura malinconia, si spinge oltre la distanza fisica, non lascia alla disperazione l’ultima parola. Ciò che l’anima esprime è sempre più della reazione immediata. È una punta acuta che si erge sui sentimenti, sui pensieri. La cultura è come una cresta montuosa su cui vengono deposte tracce umane. Occorre lo sforzo di salire. Poi, la pazienza di depositare e di osservare questi fiori artificiali, che non sono meno belli di quelli naturali, per il semplice fatto che esprimono l’anima. Il contesto odierno ci fa spesso riscoprire la bellezza di ciò che è naturale, dei paesaggi, degli animali, delle piante. Talvolta ci fa trascurare la bellezza dei gesti che rendono umana la natura! Oggi in tanti modi si educano bambini e adulti ad esprime i propri sentimenti. L’educazione culturale non si deve fermare qui, ma deve procedere per insegnare ad esprimere l’anima e a coglierne le tracce. Educhiamo al rispetto e all’osservazione della natura, ma non dimentichiamo di educare all’osservazione e al rispetto delle espressioni umane.

Solennità Immacolata (A)

«L’angelo le disse: non temere, Maria …» (Lc 1,30).

 

La disponibilità di Maria ha richiesto tempo di maturazione. La sua risposta è stata piena e generosa, ma non esente da domande che attendono risposte. Non ha preteso spiegazioni, tuttavia si è messa in attesa. Questa suspence non è prendersi tempo per calcolare, per contrattare, per far cadere dall’alto la propria disponibilità, per alzarne il prezzo e far sentire in debito colui che sta chiedendo la sua collaborazione. Non è ritrosia. È semplicemente il tempo per prepararsi a dare una risposta piena. Mentre l’angelo parla, Maria raccoglie le forze per dire «ok!» senza spavalderia o ingenuità (commento di Giuseppe Pellegrino).

Rete diocesana laureati teologia e scienze religiose
Giovedì 5 dicembre l'incontro della 20.30 alle 22.15 nel Seminario di Cuneo
I beni culturali nelle parrocchie e nelle unità pastorali
Mercoledì 11 dicembre dalle 20.30 alle 22.15 nel Seminario di Cuneo
Arte contemporanea nelle nostre chiese
Percorso espositivo visitabile fino al 20 dicembre nei locali del Seminario
Arte sacra contemporanea e spazi liturgici
La mostra di Paul Moroder viene inaugurata martedì 12 novembre alle 20.30 in Seminario

Iscriviti alla nostra Newsletter

CANTIERE DEL MESE

Parrocchia Sant’Anna di Bernezzo

La parrocchia di sant’Anna si estende per… Read More

OPERA DEL MESE

GESTI E SUONI DI CINQUECENTO ANNI FA

Uno dei luoghi di arte e fede… Read More

DOCUMENTO DEL MESE

Cartoline dal fronte

“Carissimi genitori con queste due righe vi… Read More

LIBRO DEL MESE

Don Antonio Borsotto

Nella notte di Natale del 1943, nella… Read More

PELLEGRINAGGIO DEL MESE

Albania

L’Albania, colpita recentemente dal terremoto, è terra… Read More

Esplora oltre 5 milioni di oggetti d'arte, edifici di culto, libri, fondi archivistici ed istituti culturali