Restituire

«L’uomo restituisce al mondo più di quello che riceve» – insegna Joseph De Finance – «Egli non è semplicemente, come gli altri esseri, un momento del divenire universale. Egli ne è, nel senso pieno della parola, un agente»(J. De Finance, Saggio sull’agire umano). In altre parole, l’essere umano dà una propria impronta ad ogni cosa con cui viene in contatto.
Nella cultura contemporanea l’impronta umana è associata soprattutto all’idea di un danneggiamento. La human foot print (l’impronta umana sulla terra) è vista con un sentimento di terrore simile a quello di Robinson Crusoe che nella sua isola deserta scopre improvvisamente un’impronta umana sulla terra. Invece della meraviglia e della gioia di poter nuovamente incontrare un uomo, egli fugge con terrore e non avrà più sonni tranquilli, sconvolto dal timore che possa esserci un altro umano in quella che ritiene ormai la sua isola, il suo regno (cfr. Defoe, Le avventure di Robinson Crusoe).
Al contrario, l’impronta umana può essere concepita come un valore aggiunto, una potenzialità di sviluppo, una nuova creazione di bellezza. Qui si inserisce l’attività elementare della cultura: restituire ogni cosa con un’impronta di umanità, con il sapore di mani, progetti, pensieri umani.
Restituire non significa riportare indietro, al passato, ma portare avanti, verso il futuro. Significa consegnare nuovamente alle persone e alle comunità il compito di trasformare quanto ricevono dalla natura e dal passato per renderlo più corrispondente alla volontà del presente. Restituire vuol dire mettere se stessi, la propria mano plasmatrice, la propria idea per creare un pezzo di storia.
Ogni mattino allo specchio troviamo il volto che ci è assegnato, ma lo restituiamo trasformato da un sorriso o da una smorfia di fatica che ci nascono dentro. È il primo atto giornaliero di restituzione. Da qui si prosegue per il resto del giorno …

II Domenica del tempo ordinario (B)

«Ecco … » (Gv 1,35).

La parola ha il potere di svegliare lo sguardo. E poi, il potere di guidarlo. La scena di quanto stava accadendo attorno al fiume Giordano potrebbe essere ripresa e fotografata da un numero infinito di video camere e macchine fotografiche, ma tutto questo non avrebbe il potere di una semplice parola: «Ecco l’agnello di Dio». Gli animi si girano verso colui che è indicato. Alcuni iniziano a seguire colui che avevano già visto, ma ora è stato indicato. Nella nostra era in cui tutto è in vista e tutti sanno tutto, risalta forte il bisogno di parole, che possano svegliare gli sguardi annoiati e accompagnare a notare qualche cosa che valga la pena di essere seguito (commento di Giuseppe Pellegrino).

XXXII Giornata del dialogo tra cattolici ed ebrei
Meditando insieme il libro del Qoelet: perché senza Dio è tutto un soffio - VIDEO
Rimanete nel mio amore: produrrete molto frutto
Lunedì 25 gennaio alle ore 21 un incontro di riflessione online nella Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani
Prosegue il percorso del Sinodo diocesano di Cuneo e di Fossano
Si stanno raccogliendo i nominativi dei delegati parrocchiali, mentre sono disponibili la scheda e il video sul secondo tema, la parrocchia
Celebrare con il Messale
Continua online il percorso di formazione del clero delle diocesi di Cuneo e di Fossano - VIDEO
Dal settore Cultura la parola del mese di gennaio: restituire
L’uomo dà la propria impronta ad ogni cosa con cui viene in contatto
Terza edizione italiana del Messale Romano: le principali modifiche
Per l'assemblea cambiano Confesso, Kyrie eleison, Gloria, Padre nostro e Invito al banchetto

NEWS

Fratres omnes

Fratelli tutti è il titolo che il… Read More

Iscriviti alla nostra Newsletter

Donazioni

Per eventuali donazioni in favore delle iniziative culturali della Diocesi di Cuneo, utilizzare il codice IBAN IT61 J030 6909 6061 0000 0006 002 intestato a DIOCESI DI CUNEO, presso Banca Intesa Sanpaolo, indicando la causale: Donazione per iniziative culturali della Diocesi di Cuneo. Grazie a quanti vorranno contribuire!

SEGNALAZIONE

La ricostruzione del patrimonio cristiano in Iraq

La guerra ha indotto alla fuga centinaia… Read More

CANTIERE DEL MESE

Parrocchia di Roccavione – Recupero della vecchia casa canonica

Domenica 20 dicembre: pausa dopo pranzo interrotta… Read More

OPERA DEL MESE

Restituire la storia

In ricordo di Giovanni Romano Tra le… Read More

DOCUMENTO DEL MESE

Restituire il passato nell’archivio

Uno degli archivi meglio conservati presso l’Archivio… Read More

LIBRO DEL MESE

PELLEGRINAGGIO DEL MESE

Itinerari danteschi 2021

In occasione del centenario dantesco, in cui… Read More

Esplora oltre 5 milioni di oggetti d'arte, edifici di culto, libri, fondi archivistici ed istituti culturali