Vangelo della XXXI Domenica del tempo ordinario (C)

«Per questa casa è venuta la salvezza!» (Lc 19,9).

 

C’è un’intera città da salvare, ma l’inizio è la casa di un peccatore! Aggirandoci tra i sette miliardi e mezzo di umani che affollano la terra, restiamo desolati nell’impresa di salvare la terra. L’infinità di nodi critici mette alla prova l’ottimismo dei messia. «Solo una metamorfosi ci può salvare!», ossia un miracoloso e improbabile cambiamento di tutto il sistema mondo, proclama un intellettuale contemporaneo come Edgar Morin. Entrato nella casa di un peccatore, Gesù annuncia che la salvezza è arrivata! La conversione di un cuore umano è una buona notizia per il mondo, più che l’arrivo di un messia o di una soluzione globale delle crisi economiche, sociali, ecologiche …. Certamente servirà ancora molto lavoro e molta responsabilità, ma la base è posta. Al contrario, senza conversione personale la salvezza del mondo resta lontana (commento di Giuseppe Pellegrino).