XVIII Domenica Tempo Ordinario (A)

«Non occorre che vadano; voi stessi date loro da mangiare» (Mt 14,16).

Attendiamo soluzioni ai gravi problemi da cui è afflitta l’umanità. Guardiamo con grandi aspettative alla comunità scientifica da cui speriamo vengano vaccini e terapie contro la pandemia in corso. Intanto fatichiamo a vedere la potenzialità di quanto abbiamo. L’offerta dei cinque pani e due pesci è insignificante per la folla umana, innesca però processi di moltiplicazione. I gesti di umanità sono la nostra risorsa sempre a disposizione, ma spesso dimenticata perché ritenuta insignificante. Lo sguardo compassionevole di Gesù vede possibilità di salvezza a partire dal poco che resta a disposizione (commento di Giuseppe Pellegrino).