AISONE

Parrocchia Natività di Maria Santissima
Origine medievale, sec. XIV, in diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo. La Parrocchia Natività di Maria Santissima è l’unica parrocchia nel comune di Aisone, corrispondente al territorio comunale.
Bibliografia

ARGENTERA

Parrocchia San Lorenzo in Bersezio
Origine medievale, priorato benedettino di San Teofredo di Le Puy (Alvernia)nel secolo XI, poi prevostura nei secoli XII-XIV; in diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo. La Parrocchia San Lorenzo in Bersezio si estende sulla parte inferiore del territorio nel comune di Argentera, per la parte che per alcuni secoli fu comune autonomo di Bersezio.
Bibliografia

Parrocchia Santi Pietro e Paolo in Argentera
Origine: 1545, staccandosi dal territorio della parrocchia di San Lorenzo in Bersezio; in diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia Santi Pietro e Paolo si estende sulla parte superiore del territorio nel comune di Argentera.
Bibliografia

Parrocchia San Giacomo in Ferrere
Origine 1906, stralciata dalla parrocchia di San Lorenzo in Bersezio, nella diocesi di Cuneo. Dal 1986 la parrocchia di San Giacomo in Ferrere è stata riunita alla parrocchia originaria di San Lorenzo in Bersezio. La Parrocchia San Giacomo in Ferrere era parte del territorio nel comune di Argentera, ed un tempo del comune di Bersezio, per il vallone di Ferrere.
Bibliografia

BERNEZZO

Parrocchia Santi Pietro e Paolo
Priorato di San Michele della Chiusa, dal secolo XI, in diocesi di Torino, poi nella diocesi di Mondovì dal 1805 e dal 1817 nella diocesi di Cuneo. Cambiò titolo per alcuni decenni del secolo XIX in Parrocchia di Maria Vergine del Rosario, per lo spostamento di sede dalla chiesa di San Pietro a quella della Madonna del Rosario, tornando nel 1985 al titolo originario e conservando due chiese come comparrocchiali.
La Parrocchia Santi Pietro e Paolo fu unica parrocchia nel territorio del Comune di Bernezzo, fino alla formazione di due nuove parrocchie nel 1850, con San Rocco, e nel 1917 con Sant’Anna.
Bibliografia

Parrocchia San Rocco
La parrocchia di San Rocco venne istituita nel 1850, stralciandola dal territorio della parrocchia dei Santi Pietro e Paolo nel Comune di Bernezzo, in diocesi di Cuneo. La parrocchia di San Rocco si estende nel territorio di Bernezzo verso Cervasca e Cuneo.
Bibliografia

Parrocchia Sant’Anna
La parrocchia di Sant’Anna venne istituita nel 1917, stralciandola dal territorio della parrocchia dei Santi Pietro e Paolo nel Comune di Bernezzo, in diocesi di Cuneo. La parrocchia di Sant’Anna si estende nel vallone di Sant’Anna di Bernezzo.
Bibliografia

Parrocchia San Dalmazzo

BORGO SAN DALMAZZO

Parrocchia San Dalmazzo
Abbazia altomedioevale, sorta nel VIII secolo sulla memoria di San Dalmazzo, risalente al VI secolo, forse originariamente in diocesi di Torino, poi nella diocesi Asti dal secolo X; nel 1438, passando alla diocesi di Mondovì, fu aggregata alla Mensa Vescovile di Mondovì e ridotta a parrocchia; dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia San Dalmazzo fu unica nel territorio del Comune di Borgo San Dalmazzo, fino alla formazione di due nuove parrocchie di Madonna Bruna nel 1913 e di Gesù Lavoratore nel 1965.
Bibliografia

Parrocchia Madonna Bruna in Aradolo La Bruna
Parrocchia staccata da quella di San Dalmazzo nel 1913; nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia di Madonna Bruna si estende nella parte montuosa della Valle Gesso del territorio del Comune di Borgo San Dalmazzo.
Bibliografia

Parrocchia Gesù Lavoratore
Parrocchia staccata da quella di San Dalmazzo nel 1965; nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia di Madonna Bruna si estende nella parte di altipiano del territorio del Comune di Borgo San Dalmazzo verso Cuneo.
Bibliografia

BOVES

Parrocchia San Bartolomeo
La parrocchia di San Bartolomeo in Boves si formò nel XIII secolo, nella diocesi Asti; nel 1388 fu aggregata alla diocesi di Mondovì; dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia di San Bartolomeo fu unica parrocchia nel territorio del Comune di Boves, fino al 1852, quando si formò la parrocchia di San Giacomo nell’alta val Colla; nel 1913 seguirono due nuove parrocchie a Fontanelle ed a Rivoira ed infine quella di Mellana nel 1950.
Bibliografia

Parrocchia Maria Vergine Assunta e San Giacomo a Castellar/San Giacomo
La Parrocchia di San Giacomo nella frazione omonima venne staccata dalla parrocchia di San Bartolomeo in Boves nel 1913, nella diocesi di Cuneo. Nel 1986 la sede parrocchiale passò alla chiesa di Maria Vergine Assunta in frazione Castellar ed il titolo parrocchiale divenne: Parrocchia Maria Vergine Assunta e San Giacomo.
La parrocchia Maria Vergine Assunta e San Giacomo, occupa la parte superiore della val Colla nel Comune di Boves.
Bibliografia

Parrocchia Regina Pacis e San Lorenzo Martire a Fontanelle
La Parrocchia di San Lorenzo in Fontanelle venne staccata dalla parrocchia di San Bartolomeo in Boves nel 1913, nella diocesi di Cuneo. Nel 1947 la sede parrocchiale passò la Santuario di Regina Pacis ed il titolo parrocchiale divenne: Parrocchia Regina Pacis e San Lorenzo Martire
La parrocchia Regina Pacis e San Lorenzo Martire occupa il tratto di territorio del Comune di Boves incuneato tra la collina ed il torrente Gesso.
Bibliografia

Parrocchia San Grato Vescovo a Rivoira
La Parrocchia di San Grato alla Rivoira venne staccata dalla parrocchia di San Bartolomeo in Boves nel 1913, nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia San Grato alla Rivoira occupa il tratto di territorio del Comune di Boves nella parte di sbocco della val Colla verso la pianura ed il Comune di Peveragno.
Bibliografia

Parrocchia Immacolata Concezione di Maria Vergine alla Mellana
Il Santuario dell’Immacolata Concezione di Maria Vergine, construito ad inizio Novecento come Santuario della Madonna della Medaglia Miracolosa, divenne sede parrocchiale nel 1950, stralciata dalla parrocchia di San Bartolomeo in Boves, nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia Immacolata Concezione di Maria Vergine si estende nel tratto di territorio del Comune di Boves verso il Comune di Cuneo ed il torrente Gesso.
Bibliografia

CARAGLIO

Parrocchia Maria Vergine Assunta
Pieve altomedievale di Santa Maria e di San Giovanni Battista; parrocchia dal sec. XIII, in diocesi di Torino, poi nella diocesi di Mondovì dal 1805 e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
Pieve con giurisdizione sulla pianura fino a Cervasca e Centallo e nelle valli Grana e Maira; dal secolo XV ridotta al territorio del Comune di Caraglio; nel secolo XIX il suo territorio è stato frazionato in tre altre parrocchie.
Bibliografia

Parrocchia San Carlo alla Paschera
La parrocchia di San Carlo alla Paschera Soprana fu costituita nel 1935, staccandone il territorio dalla parrocchia di Maria Vergine Assunta in Caraglio; nella diocesi di Cuneo.
Il territorio della parrocchia è in tratto del Comune di Caraglio verso Dronero.
Bibliografia

Parrocchia San Lorenzo
La parrocchia di San Lorenzo fu costituita nel 1951, staccandone il territorio dalla parrocchia di Maria Vergine Assunta in Caraglio; nella diocesi di Cuneo.
Il territorio della parrocchia è in tratto del Comune di Caraglio verso Cuneo, lungo il torrente Grana, sul probabile sito dell’antica città romana di Forum Germa e della probabile prima sede della Pieve di Santa Maria.
Bibliografia

Parrocchia Sant’Anna al Palazzasso
La parrocchia di Sant’Anna al Palazzasso fu costituita nel 1953, staccandone il territorio dalla parrocchia di Maria Vergine Assunta in Caraglio; nella diocesi di Cuneo.
Il territorio della parrocchia è in tratto del Comune di Caraglio verso Busca.
Bibliografia

CASTELLETTO STURA

Parrocchia Maria Vergine Incoronata
Parrocchia fondata nel 1440, con la ricostruzione del paese, in diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La Parrocchia Maria Vergine Incoronata fu unica nel comune di Castelletto fino al 1948, quando venne costituita la parrocchia di San Lorenzo in Riforano, che occupa la parte del territorio comunale verso Morozzo.
Bibliografia

Parrocchia San Lorenzo in Riforano
Parrocchia fondata nel 1948, con stralci dalle parrocchie di Maria Vergine Incoronata in Castelletto Stura e parte dalle parrocchie di Morozzo e Margarita, queste ultime in diocesi di Mondovì; la sede parrocchiale e la maggior parte del territorio parrocchiale di San Lorenzo in Riforano è nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia di San Lorenzo in Riforano, ha la sede parrocchiale nel comune di Castelletto Stura e si estende parte del territorio comunale di Castelletto Stura, parte di Morozzo e parte di Margarita.
Bibliografia

CASTELMAGNO

Parrocchia Sant’Ambrogio al Colletto
Origine medievale, sec. XIV, in diocesi di Torino, dal 1511 nella diocesi di Saluzzo, poi nella diocesi di Mondovì dal 1805 e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La Parrocchia Sant’Ambrogio al Colletto fu unica nel comune di Castelmagno fino al 1519, poi suddivisa con la parrocchia di Sant’Anna e limitata alla parte inferiore del territorio comunale di Castelmagno.
Bibliografia

Parrocchia Sant’Anna a Chiotti
Costituita nel 1519, stralciandola dalla parrocchia di Sant’Ambrogio in Castelmagno, nella diocesi di Saluzzo, poi nella diocesi di Mondovì dal 1805 e dal 1817 nella Diocesi di Cuneo.
La parrocchia di Sant’Anna si estende nella parte superiore del territorio comunale di Castelmagno.
Bibliografia

CERVASCA

Parrocchia San Michele
Pieve medievale di Santa Maria del Belvedere, staccatasi dalla Pieve di Caraglio nel 1330; divenuta parrocchia di San Michele alla Villa di Cervasca nel 1592 nella diocesi di Fossano; passò nella diocesi di Mondovì dal 1805 e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
Pieve con giurisdizione corrispondente all’antico territorio comunale di Cervasca; nel 1801 la sede comunale venne trasferita nella borgata di Cervasca inferiore con la formazione della nuova parrocchia di Santo Stefano; nel 1822 il territorio comunale venne diviso con la formazione del comune di Vignolo; a San Michele rimase solo il territorio collinare e prealpino con parti più a meno uguali nei due comuni di Cervasca e Vignolo: la sede parrocchiale e nel tratto del comune di Cervasca.
Bibliografia

Parrocchia Santo Stefano
Dal territorio della parrocchia San Michele in Cervasca Superio ( o Villa di Cervasca) nel 1801, con il trasferimento della sede comunale nella borgata di Cervasca inferiore, si ebbe pure la formazione della nuova parrocchia di Santo Stefano; nella diocesi di Fossano; passò nella diocesi di Mondovì dal 1805 e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia si estende dalle colline verso il tratto di pianura del comune di Cervasca verso Cuneo. Da esso vennero poi stralciate tre parrocchie: San Bernardo nel 1822, Santa Croce nel 1922 e San Defendente nel 1952.
Bibliografia

Parrocchia San Bernardo
La parrocchia di San Bernardo venne stralciata dalla parrocchia di Santo Stefano in Cervasca nel 1822; nella diocesi di Cuneo. La parrocchia si estende nel tratto di pianura del comune di Cervasca verso il torrente Grana ed il Comune di Cuneo.
Bibliografia

Parrocchia San Defendente
La parrocchia di San Defendente venne stralciata dalla parrocchia di Santo Stefano in Cervasca nel 1952; nella diocesi di Cuneo. La parrocchia si estende nel tratto di pianura del comune di Cervasca verso il comune di Cuneo, in area di recente sviluppo edilizio ed industriale.
Bibliografia

CUNEO CITTÀ e ALTIPIANO

Cattedrale, Parrocchia Santa Maria del Bosco
Parrocchia medioevale, risalente al XIV secolo, sorta da un precedente priorato benedettino, già dipendente dell’Abbazia di San Dalmazzo di Pedona, nella diocesi Asti; nel 1438 passò alla diocesi di Mondovì; dal 1817 nella diocesi di Cuneo, diventandone la chiesa cattedrale.
La parrocchia Santa Maria del Bosco si estendeva sugli isolati verso l’altipiano a Sud-Ovest della città, a ridosso della cinta muraria; con l’abbattimento delle mura estese la cura pastorale verso l’altipiano dove riprese ad ampliarsi la città, diventandone per tutto l’Ottocento il centro. Su questo lato il territorio parrocchiale fu in parte ridotto con la formazione della parrocchia del Sacro Cuore nel 1905.
Bibliografia

Chiesa di Santa Chiara
Monastero di Clarisse dal 1280 circa; soppresso nel 1802, ripristinato nel 1815. Nuovamente soppresso nel 1855; divenne poi sede di scuole e del Convitto Civico, guidato dai Salesiani dal 1928 al 1980; poi chiesa sconsacrata. Bibliografia

Chiesa dell’Annunziata
Sede del monastero delle Clarisse povere dal 1492 al 1802, anno della soppressione napoleonica. Venne destinato a sede della confraternita di San Giovanni Decollato, con annesso orfanotrofi. Venne chiuso nel 1960 e la chiesa sconsacrata. Bibliografia

Parrocchia Santa Maria della Pieve
Parrocchia medioevale, risalente al XII secolo, come pieve in continuazione dell’antica pieve di Santa Maria di Pedona, nella diocesi Asti; nel 1438 passò alla diocesi di Mondovì; dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
Importante fu il cambio di sede parrocchiale dalla chiesa romanica posto sui bordi dell’abitato, presso i bastioni di Gesso, alla chiesa del Nome di Gesù, incamerata dal governo sabaudo nel 1773 e venduta alla parrocchia di Santa Maria: la chiesa antica venne demolita per opere militari e la nuova sede cambiò titolo nella chiesa dei Nomi di Gesù e Maria, ma nota dalla gente solo come chiesa di Santa Maria.
La parrocchia Santa Maria della Pieve si estendeva sugli isolati centrali della città e sul territorio dell’Oltre Gesso di Cuneo, subendo graduali riduzioni, in particolare con lo stralcio della parrocchia di Spinetta nel 1577.
Attualmente è la parrocchia con il territorio più ridotto della diocesi, essendo limitata agli isolati centrali della Cuneo storica.
Bibliografia

Confraternita di Santa Croce
La confraternita di Santa Croce, sorta vero il 1250, divenne la fondatrice dell’Ospedale e del Monte di Pietà. Per evitare le soppressioni la Confraternita donò il proprio patrimonio, compresa la chiesa, all’Ospedale. Dal 1960 la sede ospedaliera lasciò l’isolato antico e la chiesa rimase in balia di enti pubblici, con graduale abbandono. Bibliografia

Confraternita di San Sebastiano
Fondata nel 1200 come Confraternita di San Giacomo, dal 1450 prevalse il titolo di San Sebastiano. Soppressa nel 1802, venne tuttavia inserita nel patrimonio della Mensa Vescovile nel 1817 e riprese attività di culto. Dal 2012 è sede del Museo Diocesano. Bibliografia

Parrocchia Sant’Ambrogio
Parrocchia medioevale, risalente al XIV secolo, come continuazione di un priorato dipendente dall’abbazia di San Dalmazzo di Pedona, nella diocesi Asti; nel 1438 passò alla diocesi di Mondovì; dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia Sant’Ambrogio ha la cura degli isolati verso il pizzo di Cuneo, estendendosi anche alle case verso l’alveo di Stura e Gesso.
Bibliografia

Chiesa di San Francesco
Convento fondato verso il 1250 e soppresso nel 1802. Ritornò ad essere ufficiato dai francescani tra il 1831 ed il 1858. Poi fu ridotta a caserma, officina, magazzino, ed infine dal 1980 a sede del Museo Civico. Bibliografia

Confraternita San Giovanni Decollato
La Confraternita di San Giovanni Decollato, fondata nel 1596, animò un orfanotrofio, che con la soppressione del 1802, venne destinato come sede al monastero dell’Annunziata, trasferendo pure la Confraternita. La chiesa ridotta a svariati usi, finì per crollare in parte. Dal 1890 è sede di uffici comunali e sala polivante. Bibliografia

Chiesa di San Ludovico dei Cappuccini
Il convento dei Cappuccini venne fondato nel 1603, con la chiesa dedicata a San Ludovico. Venne soppresso nel 1802 e la chiesa trasformata in teatro, mentre il vicino convento dopo vari usi fu sede dell’Istituto San Michele. Bibliografia

Parrocchia scomparsa di San Michele al Borgato
Parrocchia medioevale, risalente al XIII secolo, sorta nella parte esterna della città, sull’altipiano verso Borgo San Dalmazzo, nella diocesi Asti; nel 1438 passò alla diocesi di Mondovì. All’inizio del Cinquecento fu gradualmente distrutta con tutte la case della sua cura, per sgomberare il terreno di fronte alle fortificazioni della città. Il suo patrimonio passò alla Pieve di Santa Maria, ed il titolo del suo altare venne collocato in Santa Maria del Bosco.
Sul territorio di questa antica parrocchiale si formò poi la parrocchia del Sacro Cuore nel 1905.
Bibliografia

Parrocchia San Rocco Castagnaretta
Parrocchia istituita nel 1633, nel cuore dell’altipiano di Cuneo verso Borgo San Dlamzzo, nella diocesi di Mondovì; dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia San Rocco si estese fin quasi alle mura della città; ebbe una prima riduzione con l’abbattimento delle mura nel 1802, poi via via in due secoli vide ridursi il suo territorio per cederlo alle quattro parrocchie della Cuneo nuova: dal Sacro Cuore nel 1905, a San Giovanni Bosco nel 1955. al Cuore Immacolato nel 1956 ed infine San Paolo nel 1976.
Bibliografia

Parrocchia Sacro Cuore di Gesù
Nel 1892 don Peano Dalmazio iniziò la costruzione della Chiesa Santuario del Sacro Cuore, che venne inaugurato nel 1895 come santuario nella zona di prevedibile sviluppo urbano di Cuneo. Lo stesso don Peano promosse, attorno alla chiesa, la costruzione di varie opere educative ed assistenziali
Nel 1905 questa chiesa divenne sede della parrocchia omonima, stralciandola per la parte maggiore dal territorio della parrocchia di San Rocco Castagnaretta ed in parte da quella di Santa Maria del Bosco.
Nel 1955 una parte del territorio del Sacro Cuore, verso il lato Stura, venne affidata alla nuova parrocchia di San Giovanni Bosco e nel 1956 un’altra parte, sul lato Gesso passò alla Parrocchia del Cuore Immacolato di Maria
Bibliografia

Chiesa San Tomaso
Collegio fondato da don Peano Dalmazio nel 1884, ceduto ai Gesuiti nel 1888; fu sede di Noviziato dal 1937 al 1952, poi Scuola Apostolica dall’autunno 1952 al 1972; infine solo più residenza di Padri Gesuiti. Bibliografia

Parrocchia San Giovanni Bosco
La Parrocchia di San Giovanni Bosco fu istituita nel 1955.
Bibliografia

Parrocchia Cuore Immacolato di Maria
La Parrocchia del Cuore Immacolato di Maria venne istituita nel 1956 stralciandone il territorio dalla parrocchie del Sacro Cuore e di San Rocco Castagnaretta.
La chiesa venne realizzata tra il 1961 ed il 1970.
Nel 1976 dal territorio del Cuore Immacolato venne ricavato quello della nuova parrocchia di San Paolo.
Bibliografia

Chiesa di Sant’Antonio
La chiesa di Sant’Antonio venne edificata nel 1907 per iniziativa di don Peano con gli Orionisti, a cui appartenne, prima come colonia agricola, ora solo più come struttura; la chiesa è affidata agli Ortodossi. Bibliografia

Parrocchia San Paolo
La parrocchia San Paolo venne istituita nel 1976 nel quartiere “Cuneo 2”, stralciandola dalle parrocchie del Cuore Immacolato e di San Rocco Castagnaretta.
Bibliografia

SPINETTA

Parrocchia Natività di Maria Santissima
Il priorato di Santa Maria in Spinetta risale al secolo XII, nel territorio dell’antica pieve di Santa Maria di Pedona e poi in Cuneo, nella diocesi Asti; nel 1438 passò alla diocesi di Mondovì.
Nel 1577 venne istituita la parrocchia Natività di Maria Santissima, staccando dalla Pieve di Cuneo tutto il vasto territorio cuneese Oltre Gesso; dal 1817 anche la parrocchia di Spinetta entrò nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia Natività di Maria Santissima in Spinetta nel Novecento subì graduali ripartizioni in nuove parrocchie: Madonna delle Grazie nel 1922, San Giuseppe a Borgo Gesso nel 1936, San Grato a Tetti Pesio nel 1952, San Matteo e Beata Vergine Addolorata nel 1953, Immacolata Concezione di Maria Santissima a Roata Canale nel 1959.
Attualmente la parrocchia di Spinetta si estende sulla parte centrale del suo antico territorio, attroniata dalle parrocchie gemmate dall’antica sede. Bibliografia

MADONNA DELLE GRAZIE

Parrocchia Madonna delle Grazie
La parrocchia Madonna delle Grazie venne istituita nel 1922, stralciandola dalla parrocchia di Spinetta, nella diocesi di Cuneo. Sul suo territorio vi fu un buon sviluppo edilizio tra gli anni 1960 – 1980, formando un vivace quartiere periferico di Cuneo. Bibliografia

BORGO SAN GIUSEPPE

Parrocchia San Giuseppe
La parrocchia San Giuseppe venne istituita nel 1936 nel Borgo Gesso, stralciandola dalla parrocchia di Spinetta, nella diocesi di Cuneo. Il suo territorio costituisce il sobborgo più vicino alla Città, acquisendo il nome di Borgo San Giuseppe, ed è in continuo sviluppo edilizio. Bibliografia

BOMBONINA

Parrocchia San Matteo e Beata Vergine Addolorata
La parrocchia San Matteo e Beata Vergine Addolorata a Bombonina venne istituita nel 1953, stralciandola dalla parrocchia di Spinetta, nella diocesi di Cuneo. Ebbe prima sede presso l’antica cappella alla Bombonina, trasferendosi nel … nella nuova chiesa parrocchiale attorno a cui si è sviluppato un modesto quartiere. Il suo territorio si estende nel tratto periferico del comune di Cuneo verso quello di Castelletto Stura. Bibliografia

TETTI PESIO

Parrocchia San Grato
La parrocchia San Grato a Tetti Pesio, già grangia dei Certosini della Val Pesio, fin dal secolo XII, venne istituita nel 1952, stralciandola dalla parrocchia di Spinetta, nella diocesi di Cuneo. Il suo territorio si estende nel tratto periferico del comune di Cuneo verso quelli di Castelletto Stura e Margarita. Bibliografia

 

ROATA CANALE

Parrocchia Immacolata Concezione di Maria Santissima
La parrocchia Immacolata Concezione di Maria Santissima a Roata Canale venne istituita nel 1959, stralciandola dalla parrocchia di Spinetta, nella diocesi di Cuneo. Il suo territorio si estende nel tratto periferico del comune di Cuneo verso quelli di Boves e Peveragno. Bibliografia

 

PASSATORE

Parrocchia San Giovanni Battista al Passatore
Parrocchia di origine medievale nel secolo XIV, con due chiese comparrocchiali: quella della Beata Maria al Passatore verso il torrente Grana e quella di San Giacomo in Altopasso presso la riva del fiume Stura, nella diocesi di Torino; dal 1805 alla diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia nel territorio del Passatore ebbe sede e titolo variati in successivi edifici: da quello di Santa Maria a quello di San Giovanni Battista e Maria Vergine Assunta, in uso nei secoli XVI-XVIII; si estendeva su tutto il tratto dell’Oltre Stura cuneese, pur con significative presenze di priorati monastici in San Martino di Corsia e San Benigno Grana ed breve periodo di vita della parrocchia della Beata Maria del Fonte, presso lo Stura. Passando nel 1592 alla diocesi di Fossano, ebbe una prima riduzione di territorio nel 1595 con l’istituzione della parrocchia dei Santi Lorenzo e Bernardo ai Ronchi e poi con quella di San Benigno nel 1605. Con la formazione della diocesi di Cuneo nel 1817 ebbe parte della stessa diocesi del capoluogo comunale. Poi in due secoli vide ridursi il suo territorio per cederlo a nuove parrocchie: San Pietro del Gallo nel 1819, Madonna dell’Olmo nel 1822, Confreria nel 1897, Roata Rossi nel 1952, e San Pio X a Cerialdo nel 1966. Bibliografia

Parrocchia scomparsa Beata Maria del Fonte
Di una parrocchia presso la chiesa della Beata Maria del Fonte, presso il fiume Stura in zona detta Caranta giovane, si hanno solo pochi dati di un breve periodo di vita a fine Quattrocento. Era nella diocesi di Torino. All’inizio del Cinquecento questo tratto di territorio fu ripetutamente rovinato da guerre ed assedi su Cuneo e la chiesa andò distrutta. Con il passaggio del territorio alla diocesi di Fossano nel 1592, la necessità di una parrocchia in questo tratto venne risolto con l’istituzione della parrocchia a Ronchi.

RONCHI

Parrocchia San Lorenzo ai Ronchi
Il vasto territorio dell’Oltre Stura cuneese ebbe un’unica parrocchia a Passatore fino al passaggio nel 1592 alla diocesi di Fossano; nel 1595 venne istituita la parrocchia dei Santi Lorenzo e Bernardo ai Ronchi, con il territorio cuneese verso Centallo.Questa parrocchia dei Ronchi fece parte della diocesi di Cuneo dal 1817. Il suo territorio fu ridotto con la formazione della parrocchia Madonna dell’Olmo nel 1822. Bibliografia

 

SAN BENIGNO

Parrocchia San Benigno
La zona cuneese lungo il torrente Grana, detta Caranta, ebbe alcuni insediamenti monastici medievali, tra cui emerse quello di San Benigno, dipendente dell’abbazia di San Benigno di Fruttuaria; il territorio era nella diocesi di Torino fino al 1592, quando fu istituita la diocesi di Fossano. Nel 1604 la chiesa priorale venne elevata a sede parrocchiale con territorio compreso tra la parrocchie di Passatore e Ronchi.
Questa parrocchia di San Benigno entrò a far parte della nuova diocesi di Cuneo dal 1817. Il suo territorio fu ridotto con la formazione della parrocchia a Roata Rossi nel 1952. Bibliografia

 

SAN PIETRO DEL GALLO

Parrocchia San Pietro del Gallo
La parrocchia San Pietro Apostolo, nella frazione San Pietro del Gallo, fu la prima istituita nella nuova diocesi di Cuneo nel 1817, staccandosi da quella di Passatore per il territorio oltre il torrente Grana. Ampliò in parte il territorio estendendosi ad alcune zone nel vicino comune di Caraglio e della sua parrocchia dell’Assunta. Bibliografia

 

MADONNA DELL'OLMO

Parrocchia Madonna dell’Olmo
Il Santuario sorto alla Madonna dell’Olmo, dopo fatti miracolosi del 1593, ebbe il servizio di una comunità di Agostiniani, nella diocesi di Fossano. Nel 1802 chiesa e convento furono secolarizzati. Ma presso l’antico santuario, riscattato e riconsacrato, nel 1822 fu istituita la parrocchia Madonna dell’Olmo, nella nuova diocesi di Cuneo, staccandone il territorio dalle parrocchia di Ronchi, San Benigno e Passatore.
Bibliografia

Santuario Madonna della Riva
Fin dal Trecento è attestata la presenza di una chiesa dedicata a Santa Maria del Fonte, oltre il ponte sullo Stura per la strada da Cuneo verso Torino. Fu pure sede parrocchiale a fine Quattrocento e poi sede di un eremo di Cappuccini ad inizio Cinquecento. Distrutta nel 1557, fu rifatta e rovinata quasi ad ogni assedio di Cuneo, fino alla demolizione nel 1799. La chiesa venne ricostruita un più in alto sulla Riva nel 1831 ed ebbe a servizio un cappellano stabile. Nel 1923 venne insignito del titolo di santuario diocesano. Bibliografia

 

CONFRERIA

Parrocchia San Defendente alla Confreria
La cappella della Confreria fu chiesa battesimale e succursale della parrocchia di Passatore dalla fine del Settecento, nella diocesi di Fossano. Nel 1805 passò nella diocesi di Mondovì e dal 1817 in quella di Cuneo. Nel 1897 fu istituita la parrocchia San Defendente alla Confreria, staccandone il territorio dalle parrocchia di Passatore. Nel 1966 un tratto del suo territorio venne assegnato alla nuova parrocchia di San Pio X in Cerialdo. Bibliografia

 

ROATA ROSSI

Parrocchia San Rocco a Roata Rossi
La cappella dei Santi Rocco ed Andrea, dopo il 1639 ebbe sviluppo come cappella rurale nel territorio delle parrocchie di San Benigno ed in parte di Passatore, nella diocesi di Fossano. Nel 1805 passò nella diocesi di Mondovì e dal 1817 in quella di Cuneo. Nel 1897 fu istituita la parrocchia San Rocco a Roata Rossi, staccandone il territorio dalle predette parrocchie. Bibliografia

 

CERIALDO

San Pio X a Cerialdo
La parrocchia di San Pio X in Cerialdo vanne istituita nel 1966, stralciandola da un tratto del territorio della parrocchia di Madonna dell’Olmo. Bibliografia

 

DEMONTE

Parrocchia San Donato
Priorato dipendente da San Teofredo di Le Puy dal 1100 circa; divenne sede dell’unica parrocchia di Demonte nel 1592; in diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella Diocesi di Cuneo. Oltre lo smembramento del territorio Oltrestura inferiore, con la parrocchia di Festiona nel 1431, nel corso dell’Ottocento vennero stralciate le parrocchie di Perdioni e Trinità. Il territorio della parrocchia di San Donato comprende il capoluogo e la parte sinistra dello Stura nel territorio comunale di Demonte. Bibliografia

Pieve di San Giovanni Battista (estinta)
Origine medievale, chiesa attiva fin dal periodo longobardo e sicuramente pieve in epoca carolingia; in diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La chiesa pievana era situata nella parte inferiore dell’abitato di Demonte; dal 1592 la sede passò nella chiesa di San Donato all’interno dell’abitato.

Priorato di Santa Maria Maddalena (estinto)
Priorato medievale dipendente dall’abbazia di San Dalmazzo di Pedona; poi dipendente da San Teofredo di Le Puy dal 1100 circa; unito alla parrocchia di San Donato nel 1592.

Priorato di San Marcellino (estinto)
Priorato dipendente da San Teofredo di Le Puy dal 1100 circa; unito alla parrocchia di San Donato nel 1592.

Priorato di San Ponzio (estinto)
Priorato dipendente dalla Prevostura di Oulx dal 1169; unito alla parrocchia di San Donato nel 1592. Aggregato ai beni del Seminario di Torino nel 1610, per decreto di monsignor Broglia.

Parrocchia Santa Margherita in Festiona
Cappella già nella pievania di San Giovanni Battista in Demonte, e servita un tempo dai monaci del Priorato di Santa Maria Maddalena. Costituita in parrocchia autonoma nel 1431nel territorio dell’Oltrestura inferiore di Demonte; in diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
Il territorio parrocchiale si estende sulla destra dello Stura, nel tratto inferiore del Comune di Demonte. Bibliografia

Parrocchia San Giovanni Battista in Perdioni
Cappella già nella pievania di San Giovanni Battista in Demonte e poi nel territorio della parrocchia di San Donato. Costituita in parrocchia autonoma nel 1822, stralciata dalla parrocchia di San Donato.
Il territorio della parrocchia San Giovanni Battista in Perdioni si estende nell’Oltrestura superiore di Demonte. Bibliografia

Parrocchia Santa Trinità in borgata Trinità
Cappella già nella pievania di San Giovanni Battista in Demonte e poi nel territorio della parrocchia di San Donato. Costituita in parrocchia autonoma nel 1888, stralciata dalla parrocchia di San Donato, essa si estende nella parte superiore del vallone dell’Arma di Demonte. Bibliografia

 

ENTRACQUE

Parrocchia Sant’Antonino Martire
Parrocchia medioevale, risalente al XIII secolo, sorta dal priorato benedettino Sant’Antonino, già dipendente dell’Abbazia di San Dalmazzo di Pedona, nella diocesi Asti; nel 1438 passò alla diocesi di Mondovì; dal 1817 è nella diocesi di Cuneo. La parrocchia Sant’Antonino Martire è l’unica parrocchia nel territorio del Comune di Entracque. Bibliografia

 

GAIOLA

Parrocchia Maria Vergine Assunta
Priorato dipendente da San Teofredo di Le Puy, dal 1100 circa , e parrocchia dal sec. XIV, in diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo. La parrocchia Maria Vergine Assunta è l’unica nel comune di Gaiola, corrispondente al territorio comunale. Bibliografia

 

LIMONE PIEMONTE

Parrocchia San Pietro Apostolo
Parrocchia medioevale, risalente al XII secolo, nella diocesi Asti; nel 1438 passò alla diocesi di Mondovì; dal 1817 nella diocesi di Cuneo. La parrocchia San Pietro Apostolo è stata l’unica parrocchia nel territorio del Comune di Limone Piemonte, fino alla formazione della parrocchia di San Chiaffredo a Limonetto nel 1835. Bibliografia

Parrocchia San Chiaffredo a Limonetto
La Parrocchia San Chiaffredo fu istituita nel 1835, staccandola dalla parrocchia di San Pietro in Limone Piemonte, nella diocesi di Cuneo. La parrocchia di San Chiaffredo a Limonetto si estende nel vallone Chiesa o di Limonetto nella parte superiore del territorio del Comune di Limone Piemonte. Bibliografia

 

MOIOLA

Parrocchia San Giovanni Battista
Parrocchia di origine medievale, sec. XIV, in diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo. Parrocchia San Giovanni Battista è l’unica nel Comune di Moiola, corrispondente al territorio comunale. Bibliografia

 

MONTANERA

Parrocchia Trasfigurazione Nostro Signore
Parrocchia fondata nel 1440, con la ricostruzione del paese, in diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo. La parrocchia Trasfigurazione Nostro Signore è l’unica nel Comune di Montanera. Bibliografia

 

MONTEMALE

Parrocchia San Michele
Origine medievale, sec. XIV, in diocesi di Torino, dal 1511 nella diocesi di Saluzzo, poi nella diocesi di Mondovì dal 1805 e dal 1817 nella diocesi di Cuneo. La parrocchia San Michele è l’unica nel territorio comunale di Montemale. Bibliografia

 

MONTEROSSO GRANA

Parrocchia San Pietro alla Villa di Monterosso
Probabile priorato dipendente da San Teofredo di Le Puy dal 1100 circa, poi parrocchia dal sec. XIV, in diocesi di Torino, dal 1511 nella diocesi di Saluzzo, poi nella diocesi di Mondovì dal 1805 e dal 1817 nella diocesi di Cuneo. Parrocchia San Pietro alla Villa di Monterosso è stata originariamente l’unica nei Comuni di Monterosso e Pradleves, poi suddivisa nel 1610 con la parrocchia di San Ponzio a Pradleves, nel 1649 con quella di San Giacomo al Borgato di Monterosso e nel Novecento con quelle di San Giovanni Battista a Frise e Santa Lucia alla borgata omonima. Ora si estende alla parte centrale del territorio comunale di Monterosso. Bibliografia

Parrocchia San Giacomo al Borgato di Monterosso
La parrocchia di San Giacomo venne staccata da quella di San Pietro in Monterosso nel 1649, nella diocesi di Saluzzo, poi nella diocesi di Mondovì dal 1805 e dal 1817 nella Diocesi di Cuneo.
La parrocchia di San Giacomo si estende nella parte inferiore del territorio comunale di Monterosso. Bibliografia

Parrocchia San Giovanni Battista a Frise di Monterosso
La parrocchia di San Giovanni Battista a Frise venne staccata da quella di San Pietro in Monterosso nel 1907, nella Diocesi di Cuneo.
La parrocchia di San Giovanni Battista si estende nel vallone di Frise nel territorio comunale di Monterosso. Bibliografia

Parrocchia Santa Lucia a Comboscuro di Monterosso
La parrocchia di Santa Lucia nel vallone omonimo venne staccata da quella di San Pietro in Monterosso nel 1924, nella Diocesi di Cuneo.
La parrocchia di Santa Lucia si estende in parte dei valloni superiori del territorio comunale di Monterosso. Bibliografia

 

PIETRAPORZIO

Parrocchia Santo Stefano
Parrocchia di origine medievale, sec. XIV, con sede nella chiesa presso il cimitero, dove rimane il campanile gotico; nel 1796 ebbe la nuova chiesa parrocchiale in paese; fu nella diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La Parrocchia Santo Stefano fu unica per il comune di Pietraporzio fino al 1583, quando si staccò da essa la parrocchia di Santa Maria in Pontebernardo; da allora essa si estende sulla parte inferiore del territorio comunale di Pietraporzio. Bibliografia

Parrocchia Maria Vergine Assunta in Pontebernardo
La parrocchia Maria Vergine Assunta fu costituita nel 1583 in Pontebernardo, con territorio stralciato dalla parrocchia di Santo Stefano in Pietraporzio; in diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia Maria Vergine Assunta in Pontebernardo si estende alla parte superiore del territorio comunale di Pietraporzio. Bibliografia

 

PRADLEVES

Parrocchia San Ponzio
La parrocchia San Ponzio venne costituita nel 1610, stralciandola dalla parrocchia di San Pietro alla Villa di Monterosso, nel periodo in cui anche i Comuni andavano separandosi; già in diocesi di Torino, dal 1511 nella diocesi di Saluzzo, poi nella diocesi di Mondovì dal 1805 e dal 1817 nella diocesi di Cuneo. La parrocchia San Ponzio è unica parrocchia nel territorio del Comune di Pradleves. Bibliografia

 

RITTANA

Parrocchia Santi Giovanni Battista e Mauro
La parrocchia è di origine medievale, dalla fusione del priorato di san Mauro, dipendente da San Teofredo di Le Puy dal 1100 circa, con la cura pastorale nella chiesa di San Giovanni Battista nel sec. XIV; in diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
Corrispondente al territorio comunale di Rittana, come unica parrocchia nel Comune, ma dal 1920 al 1986 la parte superiore del vallone di Rittana fu parrocchia autonoma di Sant’Anna al Gorrè. Bibliografia

Parrocchia Sant’Anna al Gorrè di Rittana
La parte superiore del vallone di Rittana, già nella parrocchia dei Santi Giovanni Battista e Mauro, nel 1920 fu costituita in parrocchia autonoma di Sant’Anna al Gorrè. Per il forte spopolamento nel 1986 venne riunita nuovamente alla parrocchia madre. Bibliografia

 

ROASCHIA

Parrocchia San Bernardo
Parrocchia medioevale, risalente al XIII secolo, sorta dal priorato benedettino, già dipendente dell’Abbazia di San Dalmazzo di Pedona, nella diocesi di Asti, col titolo di San Dalmazzo; nel 1438 passò alla diocesi di Mondovì; dal 1817 nella diocesi di Cuneo, con il titolo di San Dalmazzo e San Bernardo; dal 1986 mutò titolo in semplice Parrocchia San Bernardo.
La parrocchia San Bernardo è l’unica parrocchia nel territorio del Comune di Roaschia. Bibliografia

 

ROBILANTE

Parrocchia San Donato
Parrocchia medioevale, risalente al XIII secolo, nella diocesi di Asti; nel 1438 passò alla diocesi di Mondovì; dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia San Donato è l’unica parrocchia nel territorio del Comune di Robilante. Bibliografia

 

ROCCASPARVERA

Parrocchia Sant’Antonio Abate
La parrocchia Sant’Antonio Abate è di origine medievale e si è formata su precedenti presenze religiose con il priorato di Santa Maria Maddalena ed il priorato di San Martino, dipendenti da San Teofredo di Le Puy dal 1100 circa e con la precettoria di Sant’Antonio Abate degli Antoniani (?) nel secolo XII; dal sec. XIV si ebbe un’unica cura pastorale sotto il titolo di Sant’Antonio Abate; in diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo. La parrocchia Sant’Antonio Abate corrisponde al territorio comunale di Roccasparvera, ed ha una chiesa succursale nella borgata Castelletto di Roccasparvera. Bibliografia

 

ROCCAVIONE

Parrocchia Visitazione di Maria Vergine
La parrocchia Visitazione di Maria Vergine è di origine medioevale, risalente al XIII secolo, nella diocesi di Asti; è stata ipotizzata la sua ascendenza fino all’antica pieve di Santa Maria di Pedona, ma senza precisi riscontri; nel 1438 passò alla diocesi di Mondovì; dal 1817 è nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia Visitazione di Maria Vergine è l’unica parrocchia nel territorio del Comune di Roccavione. Bibliografia

 

SAMBUCO

Parrocchia San Giuliano
Parrocchia di origine medievale, sec. XIV; la prima sede parrocchiale era nella Chiesa di San Giuliano, ora nel cimitero; tradizioni locali attestano come chiesa battesimale medievale quella di San Bartolomeo al Clausio, di cui ora rimane solo il campanile gotico; dal secolo XVII è sede parrocchiale la chiesa della Madonna del Ricasso; è stata in diocesi di Torino fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 è nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia San Giuliano è l’unica nel Comune di Sambuco, corrispondente al territorio comunale. Bibliografia

 

VALDIERI

Parrocchia San Martino Vescovo
Parrocchia medioevale, risalente al XIII secolo, sorta da un precedente priorato benedettino, già dipendente dell’Abbazia di San Dalmazzo di Pedona, nella diocesi Asti; nel 1438 passò alla diocesi di Mondovì; dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
Unica parrocchia nel territorio del Comune di Valdieri, fino al 1899, anno della separazione della parrocchia di Sant’Anna nel vallone del Gesso delle Terme; con l’aggregazione del Comune di Andonno a quello di Valdieri nel 1928, anche la parrocchia di Sant’Eusebio di Andonno entrò nel Comune di Valdieri.
Nel Comune di Valdieri venne pure a trovarsi nel 1863 la parrocchia Maria Assunta in Mollières, già nella diocesi di Nizza, e vi rimase fino al 1946, quando Mollières tornò alla Francia e alla diocesi di Nizza. Bibliografia

Parrocchia Sant’Eusebio
Parrocchia di origine medioevale, risalente al XIII secolo, già priorato dell’abbazia di San Dalmazzo di Pedona, nella diocesi Asti; nel 1438 passò alla diocesi di Mondovì; dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
Unica parrocchia nel territorio del Comune di Andonno, fino al 1928, quando il Comune di Andonno fu aggregato a quello di Valdieri.
La parrocchia di Sant’Eusebio di Andonno si estende nella parte inferiore del Comune di Valdieri. Bibliografia

Parrocchia Sant’Anna
La Parrocchia Sant’Anna alla borgata Blangero venne staccata dalla parrocchia San Martino in Valdieri ed istituita nel 1899, nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia Sant’Anna si estende nel territorio del Comune di Valdieri, nel vallone del Gesso delle Terme. Bibliografia

Parrocchia Maria Assunta in Mollières
La parrocchia di Maria Assunta in Mollières, istituita nel 1805 nella diocesi di Nizza, entrò nel Comune di Valdieri nel 1863, in seguito alla cessione della contea di Nizza alla Francia, e vi rimase fino al 1946, col ritorno di Mollières alla Francia. Per lo stesso periodo fece parte della diocesi di Cuneo.
La parrocchia comprendeva solo il vallone di Mollières, con accesso verso Valdieri attraverso passi alpini sopra i 2400 metri, per cui restava isolata dall’Italia per vari mesi all’anno. Bibliografia

VALGRANA

Parrocchia San Martino
Parrocchia dal sec. XII, in diocesi di Torino, dal 1511 nella diocesi di Saluzzo, poi nella diocesi di Mondovì dal 1805 e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia San Martino è l’unica nel Comune di Valgrana. Bibliografia

 

VALLORIATE

Parrocchia San Michele
Priorato di San Michele, dipendente da San Teofredo di Le Puy dal 1100 circa; parrocchia dal sec. XIV, in diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia San Michele è l’unica nel comune di Valloriate, corrispondente al territorio comunale. Bibliografia

 

VERNANTE

Parrocchia San Nicolao
Parrocchia medioevale, risalente al XIII secolo, nella diocesi Asti; nel 1438 passò alla diocesi di Mondovì; dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia San Nicolao è stata l’unica parrocchia nel territorio del Comune di Vernante, fino alla formazione della parrocchia di San Bartolomeo a Folchi nel 1919; dal 1986 nuovamente unica parrocchia per il Comune. Bibliografia

Parrocchia San Bartolomeo a Folchi
La parrocchia San Bartolomeo a Folchi venne istituita nel 1919, stralcaindola da quella di San Nicolao in Vernante; dal 1817 nella diocesi di Cuneo; dal 1986 la parrocchia di San Bartolomeo è stata riunita alla parrocchia madre, per il suo quasi totale spopolamento.
La parrocchia San Bartolomeo a Folchi si estendeva nella parte centrale e superiore del Vallone Grande del comune di Vernante. Bibliografia

 

VIGNOLO

Parrocchia San Giovanni Battista
Gli antichi tre priorati di San Martino, di San Costanzo e di San Giovanni Battista nella zona di Vignolo erano nella pieve di Santa Maria di Caraglio fino al 1300 e poi nella pieve di Santa Maria di Cervasca, nella diocesi di Torino; dal 1592, passando alla diocesi di Fossano, la sede fu in San Michele alla Villa e San Giovanni in Vignolo divenne succursale; nel 1801 la sede comunale venne trasferita a Cervasca inferiore ed anche la sede parrocchiale passò alla chiesa di Santo Stefano; nel 1817 divenne parte della nuova diocesi di Cuneo. La parrocchia San Giovanni Battista venne costituita nel 1822, staccandosi dalla parrocchia di Santo Stefano a Cervasca, al tempo della formazione del comune di Vignolo, per divisione dal comune di Cervasca.
La parrocchia rimase unica per il territorio di Vignolo fino al 1922, quando si formò la parrocchia di Santa Croce, a cui fu ceduto il tratto inferiore di territorio verso il fiume Stura. Bibliografia

Parrocchia Santa Croce di Vignolo (o di Cervasca)
Parrocchia staccatasi dalle parrocchie di San Giovanni Battista in Vignolo e di Santo Stefano a Cervasca nel 1922; nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia Santa Croce si estende nel tratto inferiore di territorio di Vignolo verso il fiume Stura ed altrettanto nel territorio del comune di Cervasca verso Stura e Cuneo. Bibliografia

 

VINADIO

Parrocchia San Fiorenzo
Parrocchia di origine medievale, secolo XIII; in diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
Dopo la costituzione della parrocchia di San Giovanni Battista ai Bagni di Vinadio nel 1630, la parrocchia di San Fiorenzo comprende il territorio comunale di Vinadio, eccetto il vallone dei Bagni. Bibliografia

Parrocchia San Giovanni Battista ai Bagni di Vinadio
Parrocchia costituita nel 1630, staccata dalla parrocchia di San Fiorenzo in Vinadio; in diocesi di Torino, fino al 1805, poi nella diocesi di Mondovì e dal 1817 nella diocesi di Cuneo.
La parrocchia di San Giovanni Battista comprende il vallone dei Bagni di Vinadio. Bibliografia